Top

“Natale a tutti i costi”: la nuova commedia con De Sica che ha scatenato qualche polemica

Christian De Sica, questa volta, si è cimentato in una commedia familiare che narra dei rapporti, a volte difficoltosi, tra genitori e figli. Non sono mancate polemiche che, nell’intervista rilasciata all’Ansa, ha cercato di chiarire.

“Natale a tutti i costi”: la nuova commedia con De Sica che ha scatenato qualche polemica
La presentazione del film

redazione Modifica articolo

18 Gennaio 2023 - 18.06


Preroll

di Martina Di Costanzo

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Natale a tutti i costi”, di Giovanni Bognetti, è uscito lo scorso 19 dicembre, su Netflix;

Middle placement Mobile

un remake della pellicola francese “Mes très cher enfants”, diretto da Alexandra Leclère. Come protagonisti, troviamo Christian De Sica, Angela Finocchiaro, Dharma Mangia Woods e Claudio Colica.

Dynamic 1

Come riportato da Francesco Gallo, in esclusiva su Ansa.it, si tratta di una commedia natalizia che narra di come i figli – interpretati dalla Woods e da Colica -, crescendo, si allontanano sempre di più dai propri genitori.

Quest’ultimi (De Sica e Finocchiaro) quindi, per far sì che trascorrano con loro il Natale, si inventano di aver ereditato una grande somma di denaro, sperando che questo li convinca a tornare a casa. L’idea funziona ma, non mancano momenti divertenti e spiacevoli conseguenze.

Dynamic 2

Stavolta, però, la nuova produzione di De Sica è stata una commedia tutta all’italiana, invece dei soliti cinepanettoni che lo vedono protagonista. Anche se, come egli stesso non ha mancato di sottolineare: “Ho ricevuto ultimamente 1700 messaggi di persone che mi chiedevano di tornare a farli, ma a 70 anni compiuti non puoi più fare Un americano a Roma anche se sei Alberto Sordi.”

Le polemiche sollevate attorno alla pellicola sono arrivate dal presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, e dal Consorzio per la tutela dei vini d’Abruzzo. De Sica in una battuta già udibile nel trailer dice “na merda”, riferendosi ad una bottiglia di vino della regione regalatagli da uno dei due figli. Questo ha scatenato il malcontento delle due istituzioni che hanno espresso il loro disappunto sui social.

Dynamic 3

L’attore ha, però, specificato che si è ritrovato a dire quell’espressione solo per accentuare il fatto che i figli, nel film, si presentano a cena solo per i soldi, non certo per disprezzare la qualità del vino. Egli stesso ha, infatti, affermato di amare l’Abruzzo e di andarci spesso per spettacoli.

Nonostante le incomprensioni, la nuova trovata cinematografica dell’attore romano, anche se per i piccoli schermi, è tutta da scoprire e da godere in compagnia di amici e popcorn.  

Dynamic 4
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile