Leonardo scienziato e inventore: disegni e idee a Roma e Sansepolcro

Alle Scuderie del Quirinale esposti 200 pezzi e disegni anche dal Codice Atlantico. Al Museo civico nel borgo toscano si esplora il suo modo di pensare fra esperimenti e teorie

Leonardo , Filatoio con fuso ad alette mobili, 1495. Codice Atlantico f 1090v. ©Veneranda Biblioteca Ambrosiana / Mondadori Portfolio. Alle Scuderie del Quirinale

Leonardo , Filatoio con fuso ad alette mobili, 1495. Codice Atlantico f 1090v. ©Veneranda Biblioteca Ambrosiana / Mondadori Portfolio. Alle Scuderie del Quirinale

redazione 12 marzo 2019
Come sapete, per i cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci, il 2 maggio ad Amboise in Francia alla corte di Francesco I, proliferano le mostre e gli appuntamenti sul pittore-scienziato emblema di una cultura che abbracciava sia la scienza che l'arte. Quasi in concomitanza si aprono due mostre: alle Scuderie del Quirinale a Roma da mercoledì 13 marzo, al Museo Civico di Sansepolcro (Arezzo) da giovedì 14 marzo. Entrambe esplorano il lato scientifico di una mente e di un'epoca in cui scienza e arte non erano culture separate come purroppo sono nella piena modernità.

Leonardo alle Scuderie: la scienza prima della scienza
“Leonardo da Vinci. La scienza prima della scienza” è la rassegna organizzata dalle Scuderie del Quirinale con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano e con la Veneranda Biblioteca Ambrosiana del capoluogo lombardo. Aperta fino al 30 giugno, curata da Claudio Giorgione - curatore del museo milanese, propone oltre 200 opere tra cui disegni, manufatti, modelli e manoscritti, "tra cui l’unico libro con sue annotazioni autografe".

L'obiettivo, dichiara Giorgione, vuole mettere in rapporto Leonardo "con il pensiero dei suoi contemporanei" e comprende modelli della collezione storica del Museo milanese e altri prestiti. Dallo studio della prospettiva all’arte della guerra, dalle macchine per il volo allo studio della classicità, la mostra comprende dieci disegni originali dal Codice Atlantico custodito dalla Biblioteca Ambrosiana raramente esposti al pubblico.

“Attraverso l’attenta ricostruzione del contesto culturale, il racconto delle contaminazioni tra le diverse discipline e la descrizione delle abilità tecniche e scientifiche di Leonardo, abbiamo voluto offrire una visione ampia della sua figura, troppo spesso presentata come genio isolato” afferma Matteo Lafranconi, direttore delle Scuderie del Quirinale.

Il link

Leonardo a Sansepolcro: le sfide tecnologiche
Dal 14 marzo al 24 febbraio 2020 "Leonardo da Vinci: Visions. Le sfide tecnologiche del genio universale" è promossa dal Comune di Sansepolcro e allestita da Opera Laboratori Fiorentini-Civita. Ha ideato il percorso il Museo Galileo di Firenze diretto da Paolo Galluzzi, storico della scienza e uno dei maggiori conoscitori del Rinascimento scientifico, ed è la sintesi di tre mostre già fatte: "Gli ingegneri del Rinascimento" (1995), "L’automobile di Leonardo" (2004) e "La mente di Leonardo". (2006)

"Questa mostra invita ad esplorare il modo di pensare di Leonardo e la sua concezione unitaria della conoscenza come sforzo di assimilare, con ardite sintesi teoriche e con geniali esperimenti, le leggi che governano tutte le meravigliose operazioni dell’uomo e della natura", dice Galluzzi nel comunicato. Il museo contiene opere di Piero della Francesca, come l'enigmatica e affascinante Resurrezione, ovvero di un artista che fede seppe unire lo studio della prospettiva e della matematica all'arte.

Il link