Tornano a vivere i mosaici romani di Spello

Nella cittadina umbra un museo dal tetto ondulato e un percorso multimediale per la villa del IV secolo d.C.

Particolare dei mosaici della villa romana di Spello

Particolare dei mosaici della villa romana di Spello

redazione 23 marzo 2018

Nel luglio del 2005, mentre si scavava per realizzare un parcheggio vicino alle mura, presso la deliziosa Spello (Perugia) in Umbria furono scoperti dei resti di una villa romana del IV secolo d.C. con mosaici di notevole qualità. Dal febbraio 2006 al luglio 2014 questi mosaici e resti di costruzioni sono stati protetti da una tensostruttura, adeguata provvisoriamente, non come luogo permanente per accogliere visitatori. Dal 2014 sono iniziati i lavori per costruire un edificio che valesse come museo adatto ad accogliere turisti, scolaresche e studiosi. Questo museo, dal tetto ondulato per rispecchiare l’andamento delle colline e in parte coperto a verde, si inaugura sabato 24 marzo.


I pavimenti a mosaico, che coprono una superficie di circa 500 metri quadri, rappresentano tra l’altro due uomini mentre mescono del vino (l’immagine che vedete nella foto), le stagioni, uccelli, piante, una pantera, motivi geometrici. Il museo è di circa duemila metri quadri, ha bookshop, punti di informazione, pannelli multimediali e tablet sono stati realizzati pensando molto anche ai ragazzi delle scuole. Hanno finanziato il progetto e la costruzione del museo la Regione Umbria utilizzando fondi europei, il Ministero dei Beni e Attività Culturali e del Turismo, il Comune che ha guidato i lavori.