Nasce la casa editrice Fve e debutta in grande: un inedito di Marinetti

Il 3 dicembre le prime uscite nella collana "Visionaria" con un testo del padre del Futurismo e una ristampa di Ada Negri. Per la collana "Corsetti al rogo" un libro di Virginia Tedeschi Treves

Valentina Ferri, giornalista, di Fve editori

Valentina Ferri, giornalista, di Fve editori

Redazione 24 novembre 2020
A cura di M. Cec.

Ecco come in tempi difficili ci possiamo ostinare a diffondere cultura. Lo fa una nuovissima casa editrice che taglierà il nastro il prossimo 3 dicembre in tutte le librerie, è la FVE Editori, con sede a Milano e cuore pulsante a Pavia.

Un progetto che coinvolge un’intera famiglia, la giornalista Valentina Ferri e il marito Enrico Venni alla testa di un gruppo di giovani, compreso il figlio Francesco, ai quali è affidata la comunicazione grafica che va dalle copertine dei libri alla cura dell’immagine sui social media. L’ufficio Stampa è affidato ad Anna Maria Riva.

Le collane sono quattro: Visionaria, dedicata a chi scrive oggi, o lo ha fatto in passato, libri non troppo morbidi, perturbanti, insomma visionari. Corsetti al rogo, sotto la cura delle giovani colleghe, sulle storie di donne del passato e del presente, che hanno avuto il coraggio di lanciare il loro corsetto. Tra Miti, per la saggistica, la letteratura, la filosofia del mito, percorsi musicali, e indagini giornalistiche. E, per finire, Radianze, autori esoterici e mistici, classici della spiritualità.
Valentina Ferri, è la nipote di Giorgio e Lia Pierotti Cei, i due creativi che hanno inventato slogan pubblicitari che sono entrati nel linguaggio comune degli italiani con il Carosello televisivo e, Omsa che gambe, con le gemelle Kessler che mostravano le gambe con i famosi collant, è entrato a far parte del linguaggio degli italiani. Oppure il settimanale a fumetti La vispa Teresa da loro ideato e diretto nel 1947.

Valentina ne ha ereditato il gusto visionario e, insieme al marito Enrico e al figlio Francesco, ha imboccato il percorso che l’ha portata a creare una casa editrice in un periodo difficile:  "Credo che i libri debbano dare a chi li legge la sensazione di essere una seconda pelle, come calze eleganti, o come un abito che a indossarlo ci si vede diversi. Ecco, noi oggi invitiamo a indossare i nostri libri - Wear your book - Perfetti e aderenti a ciascuna/o di noi" spiega Valentina Ferri, anima visionaria del progetto editoriale.

Queste le novità in uscita in contemporanea:

I tips di Cordelia, come sopravvivere al matrimonio di Virginia Tedeschi Treves, per la collana Corsetti al Rogo. Le solitarie di Ada Negri, ristampa a 150 anni dalla nascita della poetessa e Tattilismo – lo splendore geometrico e meccanico, di Filippo Tommaso Marinetti per Visionaria.


Il booktrailer di Tattilismo 


Quest’ultimo è un inedito del padre del futurismo, corrente culturale multidisciplinare, che coinvolgeva prosa, poesia, teatro, radio, pittura, architettura con sconfinamenti ambientali e sensoriali. Nel Manifesto del tattilismo, scritto nel 1921 il futuro Accademico d’Italia, classifica le varie “scale del tatto”: “astratto e freddo” della carta argentata, senza calore, persuasivo, ragionante” della seta liscia; tatto morbido, caldo umano” della pelle scamosciata e dei capelli, sensuale, spiritoso, affettuoso” della spugna e della spazzola leggera.