Escono racconti inediti di Proust. Che forse nascose perché con temi gay

Il 9 ottobre le Editions de Fallois pubblicano nove testi che lo scrittore escluse da una raccolta

Marcel Proust

Marcel Proust

redazione 7 agosto 2019
Un Proust inedito. Con racconti che non pubblicò per ragioni a tutt’oggi sconosciute. Forse ragioni formali. O, ipotizzano i cronisti, forse per timore di uno scandalo perché alcuni testi rimandano ad amori omosessuali, che affrontò nella "Ricerca del tempo perduto".

Il 9 ottobre le Editions de Fallois pubblicano in Francia “Le mystérieux correspondant et autres nouvelles inédites”, raccolta di nove racconti e testi che Marcel Proust scartò ed eliminò dalla sua prima raccolta di poesie e racconti uscita nel 1896, “I piaceri e i giorni”. L’editore e studioso dell’autore della “Ricerca del tempo perduto”, Bernard de Fallois, morto l’anno scorso, aveva scoperto questi testi. Con il libro si risale alle fonti della saga in sette volumi dello scrittore con testi che pur non avendo “la perfezione della Ricerca”, scrive la casa editrice, “ci aiutano a comprenderla meglio svelandoci i suoi inizi”. Il volume, di 180 pagine, comprenderà le pagine originali dei testi in facsimile.

Da quanto rivelato alla France Presse dalla casa editrice, questi racconti hanno una forma ancora convenzionale, tuttavia alcuni sono più labirintici, meditativi, posseggono metafore sorprendenti e si possono inserire nel periodo intorno al 1913, quando iniziò la pubblicazione del primo libro di “Alla ricerca del tempo perduto”. Non si sa perché Proust li escluse dalla raccolta di racconti. Fallois è stato uno dei maggiori studiosi dello scrittore nato nel 1871 e morto nel 1922.