Muore Daniele Durante, il "genio" della Pizzica

Si spegne a 66 anni nella sua casa di Lecce uno dei più importanti musicisti della musica popolare salentina. Dirigeva la Notte della Taranta

Daniele Durante

Daniele Durante

Redazione 6 giugno 2021

Muore a 66 anni Daniele Durante, direttore artistico della Fondazione La Notte della Taranta, a causa di un tumore; “una malattia che ha affrontato con coraggio e nel più stretto riserbo” comunica la Fondazione. Mentre era impegnato nello sviluppo di un innovativo concerto Digitale, le sue condizioni negli ultimi giorni erano peggiorate.

Viene considerato come il maggiore esperto di musica popolare del Salento e dal 2016 direttore della Fondazione La Notte della Taranta, "è stato l'energia e il ritmo innovatore di molte edizioni del Concertone a partire dal 1998 quando, opponendosi ai conservatori, affiancò Daniele Sepe nell'opera di rinnovamento della tradizione musicale salentina". In casa sua nel 2010 accolse molti musicisti tra i quali Ludovico Einaudi e Raphael Gualazzi, inoltre ha collaborato agli album di Clementino e Enzo Avitabile. Nel 2013 ha deciso di mettere in musica il testo Solo Andata di Erri de Luca, e ha scritto celebri brani della tradizione popolare come Serenata.



 "L'uomo che ha trasformato il folklore salentino in un genere riconosciuto e apprezzato in ogni parte del mondo", ha costruito un percorso "leggendario per la cultura popolare salentina fin dal 1975 quando, di ritorno da Londra insieme alla scrittrice Rina Durante, fondò il Canzoniere grecanico salentino". Impegnato anche in questioni politiche e sociali, nel 2014 ha scritto la canzone "No TAP contro lo sfruttamento del paesaggio salentino e, nel 2015, Xylella, il brano denuncia sulla morte degli ulivi".