Attrici e attori: "Vota il tuo monumento più caro con il Fai. Il mio è..."

Il Fondo Ambiente Italiano lancia la campagna per recuperare monumenti e luoghi storici. Ecco cosa scelgono Syusy Blady, Serena Autieri, Alessio Boni, Cristiana Capotondi, Milly Carlucci

La chiesa terremotata di S. Salvatore in Campi (Norcia) terremotata. Foto: Stefano Miliani, aprile 2018

La chiesa terremotata di S. Salvatore in Campi (Norcia) terremotata. Foto: Stefano Miliani, aprile 2018

redazione 31 maggio 2018

Ognuno di noi sceglie un monumento, una chiesa antica, un luogo di pregio che versa in cattive condizioni e vuole salvarlo: lo vota e dà una mano per il recupero o miglior gestione. “I luoghi del cuore” è la annuale campagna del Fai – Fondo Ambiente Italiano affinché chiunque desideri vota online per quel monumento a cui è più affezionato. La Fondazione lanciato l’edizione 2018, la nona dal 2003, insieme a Intesa Sanpaolo che la sostiene, e dura fino al 30 novembre. “Vota i luoghi che ti hanno emozionato. E salvali” è lo slogan.


Tra i vari testimonial, indichiamo di seguito alcune preferenze.
L’attrice Serena Autieri sceglie San Salvatore in Campi presso Norcia, chiesa medioevale terremotata nel 2016 dove la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Architettura dell’Umbria sta lavorando alacremente con un progetto pilota complesso e approfondito per restaurarla e ricostruirla com'era con le pietre recuperate e catalogate una per una;
Syusy Blady sceglie la Chiusa di Casalecchio di Reno (Bologna);
Alessio Boni l’ex carcere di Sant’Agata in Città Alta, Bergamo;
Cristiana Capotondi opta per l’isola della Maddalena;
Milly Carlucci sceglie le rive del fiume Natisone, Friuli Venezia Giulia;
l’attrice Bianca Nappi indica il romano Castellum Aquarum a Poggio Murella (Grosseto).


Così scrive il Fai nella sua nota, tanto per chiarire di cosa parliamo: “Nel 2018 il bene che avrà ottenuto più segnalazioni riceverà un contributo di 50.000 euro, il secondo classificato 40.000 euro e il terzo 30.000 euro”. Verranno stanziati inoltre “5.000 euro per i luoghi che supereranno i 50.000 voti, mentre il luogo che raccoglierà più voti nelle filiali Intesa Sanpaolo e avrà raggiunto almeno 2.000 segnalazioni beneficerà di un contributo di 5.000 euro. In tutti i casi, per poter attingere ai fondi, gli enti proprietari dei beni dovranno sottoporre al Fai un progetto specifico”.
Ancora: “i referenti dei “luoghi del cuore” che riceveranno almeno 2.000 voti potranno presentare alla Fondazione una richiesta di restauro, valorizzazione o istruttoria sulla base di specifici progetti d’azione. Una commissione, di cui fanno parte i Segretariati regionali del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, valuterà le domande e selezionerà i luoghi idonei a un intervento”. Dal 2003, ricorda l'organizzazione, "il Fai ha varato progetti di recupero e valorizzazione a favore di 92 luoghi d'arte e di natura in 17 regioni".


Tutte le info sul sito www.iluoghidelcuore.it