Eco disse: leggere ci fa vivere tante vite. Il mondo del libro: “Fate il bonus cultura per famiglie”

Per la Giornata mondiale del libro, oggi 23, letture di capolavori in streaming. Librai, editori e biblioteche: “È la crisi più grave”. Cassa integrazione al 70% degli editori

Umberto Eco. Fonte Wikipedia

Umberto Eco. Fonte Wikipedia

redazione 23 aprile 2020
«Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 50 0 0 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito... perché la lettura è un’immortalità all’indietro». Riprendiamo questa citazione da Umberto Eco dal sito del libraio.it per segnalarvi, o ricordarvi perché forse lo saprete già, che oggi 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore. D’altro canto cos’è Il nome della rosa se non un romanzo che trasuda a ogni pagina amore e piacere per la lettura e l’esercizio dell’intelletto come strumento di giustizia e di conoscenza?

I “Capolavori della letteratura” con letture in streaming
L’Unesco ha scelto questa data nel 1996 perché, nel 1616, a Stratford-upon-Avon moriva William Shakespeare, mentre a Madrid nelle stesse ore o quasi se ne andava Cervantes. Difficile immaginare una coincidenza del fato più improbabile: il padre di Amleto, Otello, Macbeth, Re Lear, Falstaff e il padre di don Chisciotte che dipartono da questa terra lasciando a noi le loro opere. Chissà cosa ricaverebbero, il poeta drammaturgo inglese in primo luogo che viveva immerso nel teatro e non solo di teatro, dalla reclusione odierna. Dato lo scenario, la Fondazione De Sanctis, con il Centro per il libro e la lettura (istituto del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo), organizza la sua prima maratona letteraria in streaming con una piattaforma creata appositamente che trovate al link sotto oppure (combinazione alquanto inconsueta) sui siti di Repubblica, della Corte dei Conti (che è un partner istituzionale dell’iniziativa) e di Tim.

Clicca qui per la maratona streaming “Capolavori della letteratura”

La maratona apre la campagna “Il Maggio dei libri”, dura sette ore, finisce alle 18, inizia alle 11 con i saluti ufficiali del presidente del Senato della Repubblica Maria Elisabetta Alberti Casellati, del ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e della vice ministra per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale Marina Sereni. Conduce lo scrittore Paolo Di Paolo: affiancato via via da Pietro del Soldà, Franco Di Mare, Veronica Gentili, Francesca Fialdini, Vladimiro Polchi, Benedetta Rinaldi, Andrea Velardi, Di Paolo introduce via via gli ospiti. L’hashtag è #CapolavoriDellaLetteratura.

Pordenone legge in streaming
Anche Fondazione Pordenonelegge si mobilita online con il video “100 libri in 100 minuti”: dalle 11 sul sito e sui social di pordenonelegge gli autori e artisti che hanno aderito all’hashtag #iorestoacasaeleggo consigliano i loro scrittori. Intervengono tra altri Giancarlo De Cataldo, Dario Vergassola, Massimo Recalcati, Maurizio De Giovanni, Marcello Fois, Rosella Postorino, Silvia Avallone.
Clicca qui per Pordenonelegge

Librai, editori e biblioteche: cosa proponiamo di fronte alla crisi più grave
Dal mondo libraio nel frattempo, nei giorni scorsi, è arrivato un appello perché questo mondo sta fronteggiando “la più grave crisi dal dopoguerra”, pur se molte librerie hanno potuto riaprire in varie zone d’Italia e con il limite indispensabile delle misure di sicurezza. L’AIB - Associazione Italiana Biblioteche, AIE - Associazione Italiana Editori, e ALI - Associazioni Librai Italiani chiedono al governo “un piano straordinario con interventi urgenti e immediati a sostegno di imprese, specie le più piccole, di biblioteche, di lavoratori, autori e traduttori e per risolvere la crisi di liquidità che attraversa l'intera filiera”.
La proposta, riferisce l’Ansa segue un doppio filo: “fondi alle biblioteche di pubblica lettura per un piano straordinario di acquisti di libri, con particolare attenzione alle librerie del territorio, e un sostegno tramite strumenti analoghi al bonus cultura, finora dedicato ai diciottenni, da estendersi ad altre fasce della popolazione”.

Cassa integrazione per il 70% degli editori, meno 21mila libri pubblicati
Il 70% degli editori sta attuando o programmando la cassa integrazione. Nel 2020 verranno pubblicato 21mila titoli in meno, 12.500 le novità bloccate, 44,5 milioni di copie non saranno stampate e verranno tradotti meno titoli, ben 2.900. Sono i dati raccolti al 15 aprile dall'Osservatorio dell'Associazione Italiana Editori-AIE sull'impatto del Covid-19 sull'editoria italiana.


Librerie divise sul riaprire martedì 14 (ma in Lombardia resta il veto)