A San Gimignano crolla un tratto delle mura medioevali

Nella città turrita ha ceduto un pezzo delle cinta muraria: risale al XIII secolo

Il tratto di mura di San Gimignano crollato in una foto dei vigili del fuoco

Il tratto di mura di San Gimignano crollato in una foto dei vigili del fuoco

redazione 4 aprile 2018

È crollato un pezzo delle mura della città turrita, San Gimignano. Il tratto dapprima a una prima stima del Comune sembrava lungo una ventina di metri, poi i vigili del fuoco, intervenuti sul posto, li hanno ridotti ad otto per un’altezza di oltre cinque - sei metri. Resta il fatto che nel pomeriggio del 3 aprile ha ceduto un brano monumentale della cinta muraria. Nessuno è rimasto ferito e la zona è stata transennata. Il sindaco Giacomo Bassi si è detto sconvolto. Le cause del cedimento sono da accertare.


Le mura risalgono per lo più alla seconda metà del ‘200. Dal ministero dei Beni e attività culturali e del turismo il segretario generale Carla Di Francesco in una nota ha voluto “rendere noto che i vertici del Mibact si sono prontamente attivati per verificare l'entità dei danni relativi al cedimento del tratto delle mura medievali di San Gimignano e sono in costante contatto con il sindaco Giacomo Bassi e la Soprintendenza belle arti archeologia e paesaggio di Siena, Grosseto e Arezzo per elaborare al più presto un progetto di recupero e restauro del manufatto”.