Top

Sanremo 2022, i look della quarta serata. Nei look non domina solo il nero, ma anche il bianco: si gioca sui contrasti

In molti look si gioca sui contrasti tra il bianco e il nero, come nel caso di Morandi e Jovanotti, ma anche sui forti contrasti di colore, come nel caso di Mahmood e Blanco. Presenti anche il look a tinta unita, come il bianco di Arisa e Aka7even

Sanremo 2022, i look della quarta serata. Nei look non domina solo il nero, ma anche il bianco: si gioca sui contrasti
Mahmood e Blanco durante il Festival di Sanremo 2022

redazione

5 Febbraio 2022 - 09.39


Preroll

di Elena La Verde

OutStream Desktop
Top right Mobile

Buonasera signore e signori. Siamo alla quarta serata del Festival di Sanremo, quella dedicata alle cover delle canzoni nazionali ed internazionali, dai grandi classici degli anni Sessanta all’allegria coinvolgente degli anni Novanta. Siamo al quarto (e penultimo) appuntamento con questa rubrica sui look della serata. Quindi, sedetevi comodi e godetevi lo spettacolo, anzi la lettura.

Middle placement Mobile

Amadeus è sempre una certezza in uno smoking Gai Mattiolo. Diversamente dalle serate precedenti, il suo look non punta sulla sfarzosità dei cristalli, ma sull’eccentricità delle stampe metallizzate: la giacca, con una trama geometrica in risalto produce un effetto cangiante, che oscilla tra i colori del bronzo e del nero. Sui social, non convince del tutto: alcuni lo trovano monotono. A noi, invece, piace.

Dynamic 1

Ad affiancarlo nella conduzione è la talentuosa attrice Maria Chiara Giannetta, che ha presentato diversi look, firmati Armani, nel corso della serata. Per la prima uscita, ha sceso il palco dell’Ariston con un abito corto nero, con una gonna a ruota, ricoperto di cristalli. Per la seconda uscita, ha preferito un frack sobrio ed elegante. Ad un certo punto, ha abbandonato il nero e ha abbracciato i colori del celeste e del rosa: per la terza uscita, ha scelto un abito in tulle celeste, con diversi motivi floreali e tante paillettes che impreziosiscono il modello; per la quarta uscita, ha puntato su un look dal carattere deciso e al tempo stesso delicato, indossando un lungo abito rosa. Sempre bella, brillante e sorridente. Sui social, ha messo tutti d’accordo. Promossa a pieni voti.

La prima cantante in gara ad esibirsi è Noemi, con un look firmato Alberta Ferretti: un meraviglioso abito fucsia, con un profondo scollo all’americana che lascia scoperta la schiena, valorizza al massimo la sua figura. Lo spacco frontale, lo strascico e i drappeggi danno il tocco in più. Sui social, impazziscono per lei: “Noemi ha spettinato tutta l’orchestra, già dall’inizio!”, scrivono. E noi siamo più che d’accordo.

Dynamic 2

Un look coordinato, che gioca sui colori del rosso e del nero, è stato scelto da Giovanni Truppi e Vinicio Capossela. Il primo resta fedele alla canottiera rossa. Sui social, continua a far discutere. Anche Vinicio Capossela non viene risparmiato da qualche battuta ironica. Qualcuno lo paragona a Garibaldi. A noi, onestamente, poco importa. Ci piacciono perché sono anti-convenzionali. E Truppi, con la sua canottiera, alla fine detta stile, a modo suo.

Con Yuman e Rita Marco Tulli, si ha il primo look total black della serata: classici, essenziali e molto eleganti. Bene, ma potevano osare di più. Il rischio di cadere nell’anonimato è dietro l’angolo.

Dynamic 3

Un look nero e scintillante, in Gaelle Paris, è stato scelto anche da Le Vibrazioni, che hanno cantato insieme a Sophie and The Giants e Peppe Vessicchio. Ad attirare l’attenzione sono soprattutto i capelli rossi e l’outfit così rock di Sophie, che contribuiscono a dare all’esibizione un tocco underground e più contemporaneo. A completare il tutto è la presenza scenica di Peppe Vesicchio che, in uno smoking nero e con i suoi inconfondibili occhiali tondi, ha fatto scatenare i social. Piacciono. Quindi, sono promossi a pieni voti.

Seguono Sangiovanni e Fiorella Mannoia in un look black&white: lui in un completo bianco firmato Diesel, lei in un completo nero, impreziosito da numerose paillettes. Sui social, convincono. Insieme non c’entrano nulla, ma sul palco funzionano bene. Un bel duetto, non solo di stile.

Dynamic 4

Emma e Francesca Michielin, affiatate e in super-sintonia, hanno incendiato insieme non solo il palco dell’Ariston, ma anche il pubblico da casa, collegato minuto per minuto sui social. Il loro look è da standing ovation: Emma ha indossato un tailler pantalone in velluto, di colore verde petrolio, firmato Gucci; Francesca Michielin ha scelto un lucente abito asimmetrico, color avorio, con fantasia a quadri, firmato Miu Miu. In una parola: iconiche.

Sulla stessa scia, sono anche Gianni Morandi e Jovanotti, che scelgono uno stile black&white, firmato Giorgio Armani: tuxedo coordinato, giacca bianco panna e pantalone nero per entrambi. Per loro, solo applausi sia dal pubblico del palco dell’Ariston sia dal pubblico online. “Sono giovani e freschissimi”, scrivono. Insomma, promossi a pieni voti.

Dynamic 5

Per Elisa, il bianco è diventato un colore simbolo. Non lo abbandona fin dal sua prima esibizione sul palco di questa edizione. Anche per la serata delle cover, ha scelto di indossare un look total white firmato Pierpaolo Piccioli per la maison Valentino. E’ stata accompagnata dalla ballerina Elena d’Amario, anche lei vestita in bianco. Bellissime ed eleganti, sui social sono state molto apprezzate. E’ la sua voce ad aver fatto volare tutti.

Sfoggiano un look black&white, in bianco e nero Achille Lauro e Loredana Bertè: lui ha scelto un completo bianco Gucci, con una giacca strutturata e una camicia in tulle trasparente, lei ha indossato un abito mini nero, abbinato a dei stivaletti bianchi. Sui social, non convincono del tutto: alcuni li amano e li hanno trovati strepitosi, altri invece hanno storto il naso sulla loro performance. A noi, invece, non dispiacciono: entrambi coordinati, forse qualche dettaglio è da sistemare, ma è sicuramente un look riuscito.

Decisi e contemporanei Matteo Romano e Malika Ayane. Entrambi, in Armani: lui in un completo grigio perla, con camicia in seta a fantasia; lei in un abito lungo nero di velluto. Ci piacciono: una bella esibizione di stile.

Seguono Irama e Gianluca Grignani. Dopo la maglia della prima esibizione paragonata all’uncinetto della nonna e il gilet della seconda esibizione visto come il giubbotto da pescatore, Irama anche stavolta sembra non ricevere consensi per il suo look firmato Givenchy: le sue treccine non mettono d’accordo il pubblico dei social e continuano a piovere meme in cui viene associato al capitano Jack Sparrow, il protagonista dei film de “I pirati dei caraibi”. Stessa sorte è toccata anche al collega Grignani che, per il suo look fantasioso ed eccentrico, è stato paragonato al Cappellaio Matto di Alice nel Paese delle Meraviglie. L’ironia non è mancata.

Donatella Rettore e Ditonellapiaga scelgono il nero, il rosso e il bianco per la loro performance. La prima indossa un outfit total black firmato Stefano De Lellis: la giacca tempestata di paillettes con spalle Kiss Style è il dettaglio che fa la differenza. La seconda, in Philosophy di Lorenzo Serafini, ha attirato l’attenzione per i suoi pantaloni in pelle rosso lucido. Sui social, dividono. Secondo noi, invece, è un look ben riuscito.

Iva Zanicchi non ha bisogno di presentazioni e non sbaglia mai. Per l’occasione, ha scelto un tubino nero dal taglio semplice e pulito, impreziosito da cristalli neri ed argento sul petto e sui polsini. Che dire, la classe e l’eleganza hanno il nome di Iva Zanicchi!

Scelgono un look black&white Ana Mena e Rocco Hunt: per lei, un abito corto bianco, dal taglio essenziale, firmato Giorgio Armani; per lui, un completo nero e camicia bianca. Sui social, mettono tutti d’accordo: puntano sulla semplicità e sono belli insieme. Nel complesso, promossi.

Futuristici sono i look firmati Moschino per La Rappresentante di Lista: per lei, minidress e anfibi argentati; per lui, una giacca biker e shorts in pelle nera. Si sono esibiti insieme a Cosmo, Margherita Vicario e Ginevra, anche loro in Moschino. Come le sere precedenti, non sbagliano niente: l’effetto stilistico restituito dai loro outfit si sposa benissimo con la loro performance musicale. Non abbiamo dubbi e stasera è arrivata definitivamente la conferma: sono tra i più originali e creativi di questa edizione.

Si torna sul nero, ma con un leggero tocco di bianco, con Massimo Ranieri e Nek: per il primo, un completo Versace, accompagnato da una classica camicia bianca, mentre per il secondo uno smoking firmato Armani. Essenziali ed eleganti, i loro outfit si combinano in modo armonioso. Il risultato non è male, ma forse potevano osare di più.

Michele Bravi, per l’occasione, è diverso dagli altri. Ha puntato sul verde smeraldo, su un colore alternativo all’abituale nero, bianco e rosa che abbiamo visto in queste serate. Indossa un completo firmato Cavalli by Fausto Pugliesi, impreziosito da un top gioielli, sui toni dell’oro. Molto elegante. Una scelta di tendenza, che ci piace.

Mahmood e Blanco sono sempre una certezza e non deludono mai le aspettative. Per la serata delle cover, nessun look in black&white, in bianco e nero. Osano di più. Mahmood lo fa con un completo firmato Fendi dal particolare color melanzana, mentre Blanco con un completo Attico, dalle sfumature azzurro. Il risultato è vincente e dimostra come non sia necessario utilizzare obbligatoriamente il bianco e il nero per creare un effetto di altissimo contrasto cromatico. Dai social, c’è stata una grandissima standing ovation, soprattutto per la loro performance, che è stata definita pura poesia. In una sola parola: impeccabili.

Rkomi, che si è esibito con i Calibro 35, ha scelto di nuovo le frange, la pelle e le borchie: in un completo tutto firmato Etrò, composto da una giacca cuoio borchiata, con delle lunghe frange, e da un jeans con in inserti di pelle borchiata. Anche stasera, continua a non convincere il pubblico del web e qualcuno lo paragona ad un cow-boy. Intanto, i meme spuntano come funghi sui social.

Sono splendidi Aka7even e Arisa in un look total white. Il giovane e talentuoso cantante partenopeo veste un look firmato Stella McCartney. A fare la differenza è un dettaglio non indifferente: sul completo bianco sono ricamate le frasi tratte da “Cambiare” di Alex Baroni, la canzone che ha duettato con Arisa. Quest’ultima, invece, indossa un abito bianco, ricco di piume. Angelici nel look e poetici nel ricordare un grande artista che non c’è più. Sui social, hanno conquistato tutti. Anche noi. Nient’altro è da aggiungere.

Si torna ad un look total black con la performance di Highsnob e Hu con Mr. Rain. Il trio è elegantissimo e perfettamente coordinato. In particolare, Highsnob indossa un classico smoking nero firmato Zegna, mentre Hu sfoggia un abito vaporoso firmato Christian Boaro, che lascia le spalle scoperte. Nell’insieme, non è male.

Dargen d’Amico ha scelto un completo optical black&white e ha indossato degli occhiali da sole come accessorio. Molto discusso sui social. Ad alcuni piace per il suo essere “fuori dalle righe”, mentre per altri è un vero flop per il buon gusto. Noi invece di una cosa siamo certi: ha uno stile unico nel suo genere, che o piace o non piace. A voi, la scelta.

Scelgono uno stile classico anche Giusy Ferreri e Andy dei Blue Vertigo: per lei, un completo nero firmato Philipp Phein, composto da una giacca illuminata da ricchi decori sulla zona delle spalle; per lui, la cui giacca è illuminata da ricchi decori scintillanti sulla zona delle spalle; per lui, un completo argento metalizzato. Sono eleganti, ma potevano osare di più.

Fabrizio Moro non abbandona il nero: in un completo Philipp Phein, sono i pantaloni neri lucidi e la giacca a stampa pitonata ad attirare l’attenzione. E’ un look classico e serio, ma il rischio di cadere nella monotonia è dietro l’angolo.

Chiude la serata delle cover il duetto Tananai e Rose Chemical. Il primo attira l’attenzione per la sua giacca scura luccicante, indossata sopra una t-shirt stampata; il secondo in un sobrio completo pastello con zeppe bianche. Sui social, dividono: secondo alcuni hanno un stile estroso e divertente, per altri sono rimandati.

Dunque, per questa quarta serata, è tutto. Ormai è diventata la formula di rito di chiusura. Se siete arrivati a leggere fino a qua, grazie. Ci vediamo domani sera, per il gran finale.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage