Sanremo 2022: Checco Zalone super ospite al Festival

L'annuncio è arrivato durante un servizio del Tg1, in una clip divertente in cui l'attore pugliese scherza insieme ad Amadeus, il conduttore della kermesse musicale

Checco Zalone

Checco Zalone

Redazione 9 gennaio 2022
Non è più una voce di corridoio, ma è una conferma: Checco Zalone sarà super ospite in una delle cinque serate del Festival di Sanremo, in onda dal 1 al 5 febbraio.

Checco Zalone lo ha annunciato durante un servizio del Tg1, con una clip, che ha girato insieme ad Amadeus: “Amadeus, hai finito di pagare il mutuo sulla casa? Hai comprato una casa a tuo figlio? Perché dopo non lavorerai più, al massimo Telelombardia”, ha scherzato il comico e regista pugliese, insieme al conduttore e direttore artistico del Festival della Canzone.

Zalone ha spesso ironizzato, nei suoi sketch, sulla sua partecipazione al Festival. Sembrava che dovesse esserci già nel 2019, ma arrivò presto la sua smentita: “Non ho il coraggio di andare sull’Ariston, è un palco difficilissimo”, dichiarò ai microfoni, spiegando anche che era in procinto di partire per il Kenya, dove avrebbe girato Tolo Tolo. Questo fu il suo primo film da regista, che, uscito nel Capodanno di quell’anno, al primo giorno della programmazione sfiorò gli 8,7 milioni di euro, segnando il miglior debutto di sempre nella storia del cinema italiano.

Poco incline alla presenza in tv – si ricordano infatti in tempi recenti solo una sua partecipazione a "Che tempo che fa" e a "Viva RaiPlay", ospite di Fiorello – il comico quindi si ritroverà a calcare il palco dell'Ariston insieme al Amadeus, con il quale ha già condiviso l’esperienza della conduzione del quiz musicale "Canta e vinci", trasmesso su Italia 1 tra il 2007 e il 2008.

E chissà se, proprio per questo evento, il comico non possa ideare una delle sue canzoni ironiche e dissacranti, che vengono spesso ascoltate e condivise sui social e su Youtube.

Checco Zalone infatti è molto conosciuto e apprezzato dal grande pubblico, non solo per le sue qualità di attore in film come Cado dalle nubi, Che bella giornata, Sole a catinelle, Quo vado? e Tolo Tolo, ma soprattutto per i suoi tormentoni, che tra i più recenti, ricordiamo La vacinada, lanciata nella scorsa primavera e cantata in uno spagnolo maccheronico, insieme ad Helen Mirren, per fare del sano umorismo sulle paure legate al vaccino; oppure, Arriverà l’immunità di gregge, cantava con Virginia Raffaele, per esorcizzare con ironia e allegria i tempi difficili portati dalla pandemia.

E intanto, è la pandemia ad essere al centro delle attenzioni della macchina organizzativa del Festival: con super green pass e tamponi frequenti per tutti gli addetti ai lavori, obbligo di mascherina Ffp2, tranne che in video durante la diretta; accessi e percorsi diversificati per cast, artisti, orchestrali e tetti di affollamento per ogni area, anche durante le prove. E’ alto il movimento per cercare di organizzare e fronteggiare la situazione (clicca qui per leggere le nuove misure di sicurezza per il Festival di Sanremo)