Noel Gallagher e LP al Concertone del Primo Maggio. Con molta "aria" di Sanremo

Con lo slogan "L'Italia si cura con il lavoro", Cgil, Cisl e Uil organizzano l'evento alla Cavea dell'Auditorium di Roma. Sei ore di spettacolo con pubblico nei limiti delle restrizioni. I 40 nomi ora in scaletta

LP, ospite del Concertone

LP, ospite del Concertone

Redazione 27 aprile 2021

La festa del Primo Maggio, simbolo delle rivendicazioni operaie, prese il via a Parigi nel 1890 per estendersi in molti altri paesi. In Italia, dal 1947, la Festa del lavoro e dei lavoratori divenne ufficialmente festa nazionale e, dal 1990 a Roma, i tre sindacati confederati, Cgil, Cisl e Uil organizzano il Concerto del Primo Maggio in piazza San Giovanni in Laterano. Un evento straordinario che inizia nel pomeriggio e termina a tarda notte. L’anno scorso, per la prima volta, a causa delle restrizioni per il contenimento della pandemia, il concerto è andato in onda senza la presenza del pubblico e da uno studio televisivo.


Anche quest’anno il Concertone non potrà tornare in piazza, ma nei limiti delle possibilità offerte dal decreto riaperture, sarà comunque spettacolo dal vivo e con presenza di un pubblico che, nelle limitazioni imposte, sarà rappresentato soprattutto dagli sponsor, dai sindacati e dai team dei numerosi artisti che calcheranno il palco della Cavea dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, luogo scelto per l’evento. Il suo slogan è “L’Italia si cura con il lavoro”, ovvero: “la ripartenza nel nostro Paese è possibile attraverso il lavoro e una campagna vaccinale nazionale diffusa".

Lo show avrà come ospiti stranieri d’eccezione Noel Gallagher, l’ex frontman degli Oasis e LP, la cantante statunitense di origine italiana militante per i diritti civili e LGBT e prenderà il via alle 16 e 30 con diretta su Rai3, Rai Radio 2 e RaiPlay. Il cast è ancora in definizione ma è adatto sia al pubblico televisivo e radiofonico più vasto, sia al target giovanile di Raiplay. Proprio per il tipo di evento, che dovrà puntare più su un pubblico a casa che su quello in presenza, c’è molta aria di Sanremo con 17 artisti dell’ultimo Festival presenti fra i 40 chiamati sul palco.


LP, la cantante statunitense di origine italiana ospite, qui in "Lost on you"

Massimo Bonelli, organizzatore del Concertone per iCompany, non è d’accordo sull’aria “sanremese” spostata al Concertone e, in un colloquio con Carlo Moretti di Repubblica, invita a una diversa riflessione: “E’ il Festival ad aver pescato a piene mani dal cast dei Concertoni passati, vedi Colapesce e Dimartino, i Coma_Cose e tanti altri. Io ho soltanto seguito il lavoro di rinnovamento editoriale delle ultime edizioni per riportare sul palco la musica attuale piuttosto che il remake degli anni Novanta e degli anni precedenti, quello stigmatizzato nella loro canzone da Elio e le Storie Tese, all'insegna del rinnovamento e del giusto spazio all’avanguardia. Questa è la linea che ho perseguito e che credo sinceramente si sia riverberata anche sull'ultimo Festival. Ma qui vorrei non solo la musica alternativa, vorrei tutta la musica, quella che non si esprime da più di un anno”


L'ultimo singolo di Noel Gallagher

Oltre ai già citati Noel Gallagher e LP, nelle oltre 6 ore di musica dal vivo, vedremo sul palco 40 artisti qui in ordine rigorosamente alfabetico: Alex Britti, Après La Classe & Sud Sound System, Balthazar, Edoardo Bennato, Bugo, Chadia Rodriguez ft. Federica Carta, Colapesce Dimartino, Coma_Cose, Enrico Ruggeri, Ermal Meta, Extraliscio, Fabrizio Moro con Vinicio Marchionni e Giacomo Ferrara, Fasma, Fast Animals And Slow Kids & Willie Peyote, Fedez, Folcast, Francesca Michielin, Francesco Renga, Gaia, Ghemon, Gianna Nannini e Claudio Capéo, Ginevra, Gio Evan, Il Tre, L'orchestraccia, La Rappresentante Di Lista, Madame, Mara Sattei, Max Gazzè & The Magical Mystery Band, Michele Bravi, Modena City Ramblers, Motta, Nayt, Noemi, Orchestra Multietnica Di Arezzo con Magherita Vicario, Piero Pelù, The Zen Circus, Tre Allegri Ragazzi Morti, Vasco Brondi, Wrongonyou.


Promosso da Cgil, Cisl e Uil, Prodotto da iCompany per conto di Cgil, Cisl, e Uil,  il Concerto del Primo Maggio di Roma verrà trasmesso in diretta dalle 16.30 alle 19.00 e dalle 20.00 alle 24.00.  L’evento sarà disponibile anche su RaiPlay, sia in diretta che on demand.  Il Concertone ospiterà le riflessioni dei segretari generali dei Sindacati e le testimonianze di lavoratrici e lavoratori, pensionate e pensionati

a cura di M.Cec.