La pandemia fa annullare il Festival Internazionale del Giornalismo

A Perugia, dopo l'annullamento dell'edizione 2020, il Covid19 fa saltare anche l'appuntamento di aprile 2021. Gli organizzatori Arianna Ciccone e Chris Potter promettono un festival memorabile per il 2022

Un'edizione del Festival

Un'edizione del Festival

Redazione 14 novembre 2020
Il prossimo Festival Internazionale del Giornalismo, in cantiere per l’aprile 2021, non si farà. L’appuntamento annuale di Perugia organizzato da Arianna Ciccone e Chris Potter è stato annullato:

Annunciamo la cancellazione del Festival Internazionale del Giornalismo 2021 a causa dei rischi per la salute pubblica causati da Covid19. Facciamo questo annuncio oggi, cinque mesi prima che il festival abbia luogo, perché è già evidente che un festival di persona il prossimo aprile è impossibile e perché crediamo sia importante porre fine a ogni incertezza – si legge nella nota - Il festival 2021 è stato annullato, non rinviato. Inoltre, abbiamo deciso di non tenere una serie di eventi virtuali in sostituzione del festival di persona. Il prossimo festival si svolgerà a Perugia dal 6 al 10 aprile 2022”.

Ancora la pandemia a far saltare l’appuntamento della prossima primavera dopo che già lo aveva fatto saltare con l’edizione dell’aprile 2020: "Una decisione che fa male - scrive nel suo profilo Facebook Arianna Ciccone - ma è doverosa. Non possiamo fare diversamente. Le condizioni dovute alla pandemia globale non lo permettono. Per serietà lo annunciamo oggi senza cercare o sperare soluzioni pasticciate e alla fine comunque irresponsabili".

Questa seconda consecutiva cancellazione ha sorpreso molti, ma la Ciccone conclude la nota con la promessa di un’edizione 2022 particolarmente memorabile per l'intera comunità del festival.