È in uscita l’ album postumo di Ennio Morricone

“Si tratta di una raccolta di brani che copre un arco di tempo dagli anni '60 a '80 e che si focalizza sulle composizioni per film meno conosciute e più sperimentali e innovative, in alcuni casi mai pubblicate”

Ennio Morricone

Ennio Morricone

redazione 17 ottobre 2020
La musica di Ennio Morricone non finirà mai, non solo perché i suoi pezzi hanno contribuito a fare la storia della musica, ma anche per il fatto che a breve, uscirà, il suo primo album postumo dal titolo “Morricone Segreto”.
L ‘uscita è prevista per il sei novembre, a pochi giorni da quello che sarebbe stato il suo novantaduesimo compleanno. L'album porta l'etichetta Decca Records e l'italiana CAM Sugar ed è  stato curato dal produttore Pierpaolo De Sanctis.

È una raccolta di brani che copre un arco di tempo dagli anni '60 a '80  e che si focalizza sulle composizioni per film meno conosciute e più sperimentali e innovative, in alcuni casi mai pubblicate.
Nella raccolta c'è quindi il Morricone legato ai film di genere, ai Gialli italiani e ai French Noirs degli anni '70 ma anche ai film italiani sperimentali.

Si tratta di film come 'Lui per lei' (1972) di Claudio Rispoli la cui colonna sonora non fu mai pubblicata, oppure 'La smagliatura', una produzione thriller italo-tedesca diretta da Peter Fleishman e con nel cast tra gli altri Ugo Tognazzi, Adriana Asti e Michel Piccoli.
Tra le altre tracce di 'Morricone Segreto' c'è una versione alternativa de 'Il clan dei siciliani', un film di mafia del 1969 diretto da Henri Verneuil con nel cast anche Alain Delon.

La traccia nella compilation, tema numero cinque, è in una versione molto più rock e moderna.
Secondo quanto rivelato da Filippo Sugar, lo scorso luglio la sua casa discografica ha siglato un accordo con Universal Music Group, di cui fa parte Decca, per raccogliere materiale dagli archivi di CAM Sugar ed aggiungere valore al loro catalogo che contiene all'incirca 70 colonne sonore di Morricone oltre diversi altri compositori italiani come Nino Rota, Luis Bacalov e Armando Trovajoli. Morricone Segreto ha ricevuto anche il plauso della famiglia Morricone, tra cui il figlio Andrea, lui stesso direttore d'orchestra.