Dalla Brexit di Coe al disastro Lehman di Massini alla “Festa del racconto”

A Carpi, Campogalliano, Novi di Modena e Soliera incontri con narratori, giornalisti come Ezio Mauro, scienziati come Tonelli e Mercalli, i racconti horror dei ragazzi

Stefano Massini, uno degli autori alla Festa del racconto di Carpi

Stefano Massini, uno degli autori alla Festa del racconto di Carpi

redazione 28 maggio 2019
Raccontare i fatti, la memoria, sogni e incubi è un bisogno innato di noi esseri umani. Nella letteratura italiana basti pensare a maestri come Boccaccio o Verga , per arrivare al ‘900. Nel modenese Carpi come capofila, Campogalliano, Novi di Modena e Soliera, tornano a celebrare l’arte del racconto e del confronto con il passato e il presente nella quindicesima edizione della “Festa del racconto” da mercoledì 29 maggio al 2 giugno: cinquanta appuntamenti con autori come lo scrittore inglese Jonathan Coe che parlerà del suo ultimo romanzo Middle England edito da noi da Feltrinelli in cui racconta la Brexit.

Partecipano anche la filosofa Michela Marzano, il giornalista ex direttore di Repubblica Ezio Mauro, il drammaturgo Stefano Massini che forse avrete visto in tv su La7 e autore di un testo come Lehman Trilogy sul disastro speculativo e finanziario della Lehman; si aggiungono il fisico Guido Tonelli, il già direttore del Corriere della Sera Ferruccio, autori come De Bortoli, Stefano Bartezzaghi, Francesco Piccolo, il climatologo e meteorologo Luca Mercalli sul suolo che devastiamo tra i tanti.

Un filo conduttore è indicato dagli organizzatori: «“raccontare il tempo” tra memoria, storia, futuro». E aggiungono in una nota: «Il tempo viene indagato nelle sue molteplici prospettive: memoria , intesa come ricordi individuali e collettivi, che diventano testimonianza e narrazione; storia , come chiave di interpretazione del presente e colonna portante di un futuro tutto da costruire».

Come è consuetudine nelle manifestazioni della nostra epoca, il festival abbraccia più discipline e territori delle arti, comprese la musica. Coordina la festa Emilia
Ficarelli, direttrice della Biblioteca Loria e del Castello dei Ragazzi. A proposito di ragazzi, piace segnalare tra i tanti incontri “Orrore! Storie di paura”, la premiazione del concorso di scrittura horror per i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado delle Terre d’Argine in calendario giovedì 30 maggio alle 10 all’auditorium Loria di Carpi con Fiorella Iacono, ideatrice e organizzatrice del concorso, la scrittrice di Barbara Baraldi e letture dei racconti premiati a cura dell’attrice Diana Manea.

Il sito della festa del racconto