Bray al Circolo Lettori, ora può preparare il Salone del Libro

Il direttore della Treccani scelto come presidente del Circolo di Torino: un passaggio essenziale per la fiera libraria più importante d’Italia

Massimo Bray

Massimo Bray

redazione 31 luglio 2018

Massimo Bray nominato presidente del Circolo dei Lettori di Torino, organismo che sostituisce la vecchia fondazione nel gestire il Salone del Libro. Pertanto la preparazione dell’edizione del 2019 può cominciare a livello ufficiale anche se il direttore e scrittore Nicola Lagioia aveva già detto che iniziava a esplorare idee e ipotesi all’indomani dell’ottimo risultato del Salone di Torino del maggio scorso.


La Regione Piemonte ieri ha nominato presidente della Fondazione Circolo dei Lettori Massimo Bray, che oltre a dirigere l’Enciclopedia Treccani ha presieduto la Fondazione per il libro della fiera torinese fino al momento in cui non è stata liquidata.
Bray è una scelta nel segno della continuità, dell’esperienza e di una gestione riuscita che ha attraversato tempeste anche economiche dovute a gestioni precedenti. Sostituisce Luca Beatrice, che nelle settimane passate si era dimesso insieme al Comitato di Gestione per permettere questo passaggio. Anche il Comune di Torino è entrato come socio nel Circolo dei Lettori.
"Si apre una nuova fase, che vedrà un ulteriore sviluppo del Circolo dei lettori e delle attività che svilupperà per la promozione del libro e della lettura – ha dichiarato Antonella Parigi, assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte -. Siamo onorati della presenza di Massimo Bray come presidente di questa importante istituzione: apporterà nuovi stimoli che completeranno il lavoro svolto dal precedente Consiglio di Gestione, che ringraziamo per lo spirito di servizio e la collaborazione".


Intanto, come riportano le cronache, il commissario liquidatore Maurizio Gili continua il suo lavoro. I dodici dipendenti della Fondazione hanno al momento una collocazione temporanea. Chi di loro ha seguito più da vicino l’organizzazione del Salone è possibile che venga assunto dal Circolo dei Lettori attraverso un bando.