Elena Ferrante e Patti Smith candidate al Nobel?

L’Accademia di Svezia ha chiesto ai librai svedesi una rosa di autrici e autori. Con nomi sorprendenti accanto ad altri già dati in corsa per il premio

Patti Smith

Patti Smith

redazione 20 luglio 2018

Elena Ferrante potrebbe vincere il prossimo Nobel per la letteratura? Oppure Patti Smith per le sue poesie e per il suo toccante memoir “Just Kids” (dopo che ha sostituito Bob Dylan alla cerimonia in cui il poeta-cantante avrebbe dovuto ritirare il premio)? Per i librai svedesi la poetessa e rocker e la scrittrice dall’identità celata lo meritano. La loro non è una voce spuntata da nulla. La nuova Accademia di Svezia, mentre l’istituzione resta travolta dallo scandalo dello scorso anno che ha portato alla sospensione del premio per il 2018, ha chiesto ai librai svedesi chi vorrebbero come vincitore e con una sola clausola: nominare due donne e due uomini in una storia erroneamente sbilanciata a favore dei maschi con 96 vincitori e appena 14 vincitrici. Una sproporzione che non corrisponde affatto ai valori letterari espressi da uomini e donne in romanzi, racconti, diari e poesie del ‘900.

La voce dei librai svedesi può influire in qualche modo perché ricordiamo che il premio viene assegnato ad autori tradotti in svedese. Come segnalava il Guardian giorni fa, la loro lista comprende scrittori spesso dati in lizza: la canadese Margaret Atwood, il kenyano Ngũgĩ wa Thiong’o, l’israeliano Amos Oz, lo statunitense Cormac McCarthy, il giapponese Haruki Murakami. Ma, come osserva il quotidiano britannico, compaiono anche nomi finora a noi meno noti: la finlandese Sofi Oksanen, la polacca Olga Tokarczuk, l’afroamericana
Nnedi Okorafor.

La lista verrà votata entro il 14 agosto. E la selezione dei nomi verrà sottoposta alla nuova commissione dell’Accademia di Svezia. Che intanto sta cercando di risollevarsi dalla crisi dell’anno scorso.