Top

Napoli celebra il centenario della nascita di Francesco Rosi

Due giorni ricchi di iniziative culturali per omaggiare il grande regista napoletano, coinvolgendo anche gli studenti degli atenei campani con una serie di proiezioni cinematografiche che ripercorrono la sua memorabile carriera

Napoli celebra il centenario della nascita di Francesco Rosi
Francesco Rosi

redazione Modifica articolo

16 Novembre 2022 - 20.11


Preroll

La città partenopea ricorda uno dei suoi figli, Francesco Rosi, in occasione del centenario della sua nascita, con due giornate di eventi che si svolgeranno dal 17 novembre. Decisivo per l’organizzazione della kermesse il contributo della Regione Campania, ma anche l’impegno dell’Università “Federico II”; il patrocinio è dell’Università “Suor Orsola Benincasa”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

L’apertura avrà luogo nel pomeriggio alle 16:30 presso l’Accademia di Belle Arti, dove sarà allestita una mostra di fotografie di scena del celebre film C’era una volta del 1967. In serata la pellicola, totalmente restaurata dalla Cineteca di Bologna, verrà proiettata al Filangieri.

Middle placement Mobile

Ospiti di prestigio saranno i registi Giuseppe Tornatore, Roberto Andò e Mario Martone. Sarà presente anche la figlia di Francesco Rosi, Carolina. Ampio spazio sarà poi dato agli studenti dell’Accademia e ai loro lavori, una serie di video-interviste a protagonisti della cultura quali Valeria Parrella, Marco D’Amore e Francesco Di Leva.

Dynamic 1

Inoltre, dal 25 novembre al 3 febbraio tutti gli studenti degli atenei campani avranno la possibilità di apprezzare le opere cinematografiche di Rosi, infatti ogni quindici giorni verrà proiettato uno dei suoi film al Cinema Modernissimo: Salvatore Giuliano (1961), Le mani sulla città (1963), Uomini contro (1970), Il caso Mattei (1972) e Cristo si è fermato a Eboli (1979).

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile