Sembra neve, invece è inquinamento: Banksy colpisce ancora

L'artista ha realizzato un murale con l'immagine di un bambino nella città delle acciaierie Port Talbot, nel Galles meridionale

L'opera di Bansky a Port Talbot

L'opera di Bansky a Port Talbot

redazione 21 dicembre 2018
Banksy ha realizzato uno dei suoi murales forse più poetici e drammatici: a Port Talbot, città dell'acciaio nel Galles meridionale, sul semplicissimo muro di un garage di un operaio delle acciaierie, il 55enne Ian Lewis, ha dipinto su un lato un bambino che sembra inghiottire felice con la lingua fiocchi di neve. Girando l'angolo si scopre però che quei fiocchi non sono pura neve: sono cenere che sale e ricade da un cassone in fiamme.
L'artista ha confermato di esserne l'autore postando una foto sul suo sito e un video sul suo account su Instagram dove accompagna le immagini alla canzone natalizia "Little Snowflake" ma la telecamera si alza e mostra la città e i tetti avvolti dal fumo degli altoforni delle acciaierie.
I fan di Banksy sono già accorsi in visita e la cittadina sta studiando come proteggere l'opera. Port Talbot risulta essere una città a forte inquinamento e gli operai delle acciaierie stanno dando battaglia contro le annunciate chiusure di impianti che getterebbero molti lavoratori per strada.