Egitto, scoperta tomba di un sacerdote con statue e pareti dipinte

Nella necropoli di Saqqara il sepolcro del sacerdote "Wahty", di un faraone, ha scene di vita quotidiana e sculture

La tomba scoperta  nella necropoli di Saqqara

La tomba scoperta nella necropoli di Saqqara

redazione 16 dicembre 2018
In quella miniera di scoperte che è l'Egitto, il ministro delle Antichità Khaled el Anany ha annunciato nella necropoli di Saqqara, a sud del Cairo, la scoperta di una tomba di un sacerdote faraonico ottimamente conservata, di oltre 4.400 anni fa e della V dinastia. Il sacerdote si chiamava "Wahty" e visse durante il regno del terzo sovrano della dinastia, Neferirkare Kakai (2483- 2465 a.C.). Il ritrovamento va ascritto a una missione archeologica egiziana.
La tomba è lunga dieci metri, larga tre, alta tre, ha statue dipinte e pareti decorate con iscrizioni e scene policrome di agricoltura, allevamento, macellazione, pesca, caccia, produzione di pane, birra e vino, fabbricazione di ceramiche, statue, barche e mobili funerari, offerte religiose e musica.