Valentina, la liberazione sessuale e il sogno in forma di fumetto

Ai Musei civici di Bassano del Grappa un viaggio in compagnia del personaggio creato da Guido Crepax

Valentina, cover del Long playing Nuda dei Garybaldi, 1972. In mostra a Bassano del Grappa

Valentina, cover del Long playing Nuda dei Garybaldi, 1972. In mostra a Bassano del Grappa

redazione 27 novembre 2018

Valentina o la liberazione sessuale, l'indipendenza, di una donna. A fumetti, d'accordo, però il personaggio creato da Guido Crepax nel 1965 ha plasmato l'immaginario di molti uomini e di molte donne. Tra avventure oniriche e sessuali con uomini e donne, tra psiche e corpo, tra allucinazioni e inciampi nella vita metropolitana, all'anagrafe Valentina Rosselli, fotografa di professione, spesso nuda oppure in sottili abiti trasparenti, Valentina beneficia di una mostra ai Musei Civici di Bassano del Grappa (Vicenza) da venerdì 30 novembre alle 18 curata dall’Archivio Crepax.
Chiara Casarin, direttore dei Musei Civici, e Giovanni Cunico, assessore alla cultura del Comune, hanno voluto l'esposizione ideata dai tre figli di Crepax per Bassano. Guido Crepax è vissuto dal 1933 al 2003. Era milanese.