Dopo 22 anni riapre il Teatro Lirico di Milano

Cresce l’attesa del pubblico per scoprire la nuova veste dopo i lavori di restauro decisi dal Comune di Milano, Ale & Franz saranno i primi «ospiti» ufficiali

Il «nuovo» Teatro Lirico Giorgio Gaber

Il «nuovo» Teatro Lirico Giorgio Gaber

Redazione 20 novembre 2021
È iniziato il conto alla rovescia: nel mese di dicembre il Teatro Lirico di Milano riaprirà le sue porte al pubblico dopo ben ventidue anni d’inattività. Nato nel 1776 (solo un anno dopo La Scala) come Teatro della Cannobiana, costituisce oggi uno dei più antichi edifici meneghini costruiti e attrezzati per rappresentazioni sceniche ed è intitolato al compianto Giorgio Gaber.

Causa ritardi legati alla pandemia, i lavori di restauro sono stati completati solo nel mese di settembre; di competenza esclusiva del Comune di Milano, hanno avuto un costo complessivo pari a 16 milioni di euro. Il teatro avrà un aspetto rinnovato, con un palcoscenico di oltre quattrocento metri quadrati e una sala capace di accogliere 1.517 spettatori; l’innovazione più rivoluzionaria sarà la presenza di un ristorante panoramico con vista sul palcoscenico.
È già partita la vendita dei biglietti del primo spettacolo inaugurale, Comincium di Ale & Franz, che andrà in scena dal 22 dicembre 2021 al 9 gennaio 2022. Il Comune di Milano e Stage Entertainment, la società che ha vinto il bando per la gestione, hanno lanciato un concorso aperto a tutti per scegliere lo slogan che sarà utilizzato per la riapertura. A oggi sono già pervenute circa 2.500 idee e sarà possibile continuare a inserire nuove proposte tramite il sito Heart-social fino al 30 novembre 2021.
Clicca qui per conoscere orari degli spettacoli e prezzi dei biglietti