I Maneskin aprono il concerto dei Rolling Stones e stregano Las Vegas

Uno show incredibile, in cui hanno intrattenuto la platea in attesa, suonando i loro pezzi più forti, da "Zitti e Buoni" a "I Wanna Be Your Slave". E Mick Jagger li saluta: «Grazie mille, ragazzi!»

I Maneskin

I Maneskin

Redazione 7 novembre 2021
Da X Factor alla scoperta degli Stati d'Uniti. Dopo la vittoria all'Eurovision Song Festival, i Maneskin non si sono fermati un attimo e non sono stati più né zitti né buoni. E hanno fatto decisamente rumore, sbarcando oltreoceano, e facendo sentire in lungo e in largo la loro musica. Damiano, Victoria, Ethan e Thomas (ndr. sono i componenti della band) hanno aperto il concerto dei Rolling Stones e hanno conquistato l'enorme platea dei fan in attesa con una mezz'ora di puro rock, in cui hanno suonato i loro pezzi più forti, facendoli amare anche ai più scettici e a chi non li aveva mai ascoltati. 

"Hello Las Vegas! E' un onore essere qui ed avere la possibilità di suonare sul palco della band più grande di sempre", ha esordito il frontman Damiano. Poi nessuna parola, ma solo la musica è stata la protagonista. 

Ad aprie il concerto sono i due brani in italiano, tratti dall'ultimo album "Teatro d'Ira": "In nome del Padre" e "Zitti e Buoni", quest'ultimo è quello con cui si sono imposti prima a Sanremo e poi all'Eurovision Song Festival.

L'atmosfera, però, è salita ed diventata più calda e scoppiettante alle prime note di "Beggin'", il brano che li ha resi famosi negli Stati Uniti e grazie al quale hanno già ottenuto il disco di platino in Usa, oltre a un impressionante numero di ascolti su Spotify. Il pubblico è in delirio. A seguire poi è l'ultima creazione della band romana, Mamma Mia, e anche questa è stata applauditissima. Prima di introdurre sul palco gli Stones, hanno chiuso il loro show con il brano "I Wanna Be Your Slave", "la nostra canzone preferita", spiega Damiano.

E dopo esser salito sul palco, prima di congedarli, proprio la leggenda del rock, Mick Jagger li saluta (in italiano) e li ringrazia: «Thank you, guys. Grazie mille, ragazzi!».

Per i Maneskin è un tripudio di complimenti, che si riversano anche sui social: «Amazing boys!», «Sono stati grandiosi, fantastici, emanano energia positiva», «Mi piace come combinano rock, funk e R&B». E c'è chi scrive: «Ero venuto per i Rolling Stones, ma ho scoperto di essere qui per il chitarrista dei Maneskin!»


L'esibizione dei Maneskin a The Tonight Show, che ha dato la notizia che avrebbero aperto il concerto dei Rolling Stones