''Futuri'': riparte ''SettembreMusica" con Luisi, Chailly e il ritorno degli artisti internazionali

Il festival MiTo, dall'8 settembre al 26, ha organizzato a Milano e Torino 126 concerti aperti al pubblico muniti di green pass con musicisti come Brad Mehldau e David Del Puerto

Il pianista Brad Meldhau

Il pianista Brad Meldhau

Redazione 4 settembre 2021

È tutto pronto: il MiTo ripartirà, con 126 concerti, l’8 settembre per la sua quindicesima edizione intitolata ''Futuri'' al teatro Dal Verme di Milano, e terminerà il 26 dello stesso mese al Lingotto di Torino. La giornata di apertura vedrà presente l’orchestra della Rai diretta da Fabio Luisi, mentre l’ultimo incontro avrà la Filarmonica della Scala diretta da Riccardo Chailly.
 

Il festival, noto anche come ''SettembreMusica'', rispetto allo scorso anno ospiterà vari artisti internazionali come il tenore Ian Bostridge, il quale sarà accompagnato dal pianista jazz Brad Mehldau. Non solo, saranno presenti anche Lucad Debargued, pianista prodigio di soli 25 anni, e David Del Puerto, compositore spagnolo che ha completato il Requiem di Mozart facendo uso di strumenti barocchi, arpa, chitarra e basso elettrico.

 

Nicola Campogrande, direttore artistico del Festival, ha spiegato all’Ansa l’organizzazione e le direttive del progetto:'' Gli artisti e i lavoratori hanno il green pass, faranno il tampone ogni due giorni e rispetteremo il distanziamento. Il pubblico inoltre, a differenza dei ristoranti, terrà sempre la mascherina", e poi ha aggiunto:'' Questo è garanzia di assoluta sicurezza e quindi penso - dice sottolineando che è la sua opinione personale - ci siano le condizioni per ampliare la capienza in futuro''.

Per ulteriori informazioni riguardo i biglietti è possibile consultare il sitoweb del Festival.