Cannes: il Festival prosegue con Moretti nonostante un caso Covid con Lea Seydoux

I film del giorno sono “Flag Day” e “La Fracture”. Arrivati il regista e gli attori di “Tre piani”. Misure anti-Covid più stringenti, l'attrice che ha annullato il viaggio.

Sean Penn, sua figlia Dylan e Katheryn Winnick a Cannes 2021

Sean Penn, sua figlia Dylan e Katheryn Winnick a Cannes 2021

Redazione 11 luglio 2021
Il Festival di Cannes prosegue con grande successo ma con alcune difficoltà. Paura per la variante Delta che fa tremare il festival di Cannes: Lea Seydoux, la regina di quest’anno con ben quattro film in concorso, è risultata positiva al Covid.
L’aria che si respira non è delle più serene. Il delegato generale del festival Thierry Fremaux ha smentito che ci sia un focolaio rassicurando che di 3mila test fatti ieri nessuno è risultato positivo.  Si prosegue a fare il test salivale di supporto ogni 48 ore e i controlli sono ancora più stringenti con l'obbligo di indossare la mascherina ovunque nel Palais du Festival e durante le proiezioni.

Ma il Festival prosegue nonostante tutto. Il film del giorno in concorso è “Flag Day” di e con Sean Penn, la figlia Dylan, che interpretata il ruolo della protagonista Jennifer, e il figlio Hopper nel cast. Tratto da una storia vera ripresa dalla biografia della giornalista Jennifer Vogel, il film racconta la storia di un padre 'inadeguato', un rapinatore, truffatore, bugiardo, fanfarone cronico, che vuole vivere alla grande, sopra le righe e una figlia costretta a fare da genitore. In occasione la famiglia Penn è arrivata a Cannes al completo. 

Altro film in concorso a Cannes: “La Fracture”. Il film con protagonista Valeria Bruni Tedeschi non è la solita commedia francese grazie ai temi e allo stile politicamente e socialmente impegnato che racconta di una spaccatura che non riguarda solo la Francia. Ambientato in un pronto soccorso di Parigi in cui si incontrano la borghese Bruni Tedeschi e un autista di camion ferito gravemente ad una gamba dall'attacco della polizia ai Gilet Jaunes che manifestavano agli Champs Elysee in una guerriglia violenta. È uno scontro tra due mondi che possono incontrarsi solo con il dialogo. 
“La Fracture” è stato girato durante il lockdown. "Il dramma - hanno detto oggi Corsini e Bruni Tedeschi - è che la pandemia non è servita a niente e tutte le fratture sono ancora là, nulla è cambiato anzi le differenze sono esplose".

Intanto a Cannes sono arrivati Nanni Moretti e i suoi tanti attori di Tre Piani, Riccardo Scamarcio, Margherita Buy, Alba Rohrwacher, Adriano Giannini e anche l'autore israeliano Eskhol Nevo da cui è tratto il film attesissimo che passerà domani in concorso e tra i film dati per favoriti in questa kermesse.