Impazza il retrogaming: la moda dei videogiochi degli '80 e '90

Le console “mini” hanno portato nelle nostre case i videogiochi del passato spalancando un mondo fatto di retrogaming, nostalgia e pomeriggi con gli amici. E a fine marzo annunciato l'arrivo del glorioso C64.

Retrogaming: videogiochi con gli amici

Retrogaming: videogiochi con gli amici

redazione 14 febbraio 2018

di Roberto Arduini

 

Giocare con gli amici come negli anni ’80 – ’90. È questa la nuova mania che si sta diffondendo tra gli appassionati di videogiochi. Ma se prima bisognava essere fortunati possessori delle console di quegli anni, da qualche mese le case produttrici hanno lanciato sul mercato le mini console che riproducono i più famosi videogiochi di 20, 30 addirittura 40 anni fa. E le vendite sono state da record, tanto da far tornare a marzo uno dei più famosi computer degli anni Ottanta, il Commodere 64.

 

È grazie alla nascita e alla recente commercializzazione del mini controller 8Bitdo Zero che la moda del retrogaming è balzata prepotentemente sulla scena. 8Bitdo Zero, che è grande quanto un portachiavi e permette di giocare comodamente sul proprio smartphone in qualsiasi luogo e momento della giornata, ha inaugurato la stagione di giochi da utilizzare con i moderni televisori.

 

Il fenomeno è così in continua crescita e le piattaforme moderne si sono attrezzate. Microsoft, Sony e Nintendo hanno prima aperto delle sezioni dedicate sui propri store digitali, poi hanno prodotto le nuove console d'antan. Lo dimostra il fatto che nel 2017 Nintendo ha riproposto due riproduzioni di due delle sue console di più successo in versione Mini. Il Mini Nes (Nintendo Entertainment System), e il Mini Snes, riproduzioni rispettivamente del Nintendo e del Super Nintendo, hanno riscosso grande successo fin dal loro lancio. Le repliche in miniatura delle due console, ripropongono i titoli di maggiore successo preinstallati. È possibile quindi giocare a Yoshi’s Island, Super Mario Bros e Starfox sia in chiave moderna tramite risoluzione ad alta definizione mantenendo gli standard originali dell’epoca, sia in 4:3 stile Tv Tubo Catodico per godersi appieno l’esperienza di gioco stile retrò. Una ulteriore spinta alle vendite delle mini console lo ha dato anche lo Switch, l'ultimo prodotto Nintendo che il prossimo 3 marzo spegnerà la prima candelina che ha marciato al ritmo impressionante di un nuovo videogioco al mese messo a disposizione per gli appassionati. Non stupisce quindi che nel 2017 l’oggetto vintage più venduto sia stato il Nintendo 64, uscita addirittura nel 1997. È molto probabile che la console a 64bit di Nintendo abbia vissuto una seconda giovinezza nell’anno appena passato per i principali titoli che vanta, tra cui gli amatissimi Super Mario 64, The Legend of Zelda: Ocarina of Time, Metroid, Donkey Kong, Pac-man e Kirby’s Adventure. I possessori di Nintendo Switch che hanno apprezzato Mario Odyssey e The Legend Of Zelda: Breath of The Wild, è probabile che abbiano avuto voglia di recuperare i predecessori considerati Game Cult su Nintendo 64.

 

Così come per Nintendo, anche le altre case produttrici non sono di certo rimaste a guardare. Sono, infatti, stati riprodotti anche il Sega Mega Drive in versione Mini, l’Atari Flashback e Armiga, il progetto di emulazione che permette di ricreare sia l’Amiga 500 che l’Amiga 1200 con la possibilità di leggere persino i dischetti originali. È nata grazie a una campagna di raccolta fondi su Indiegogo. lo ZX Spectrum Vega, versione riveduta e corretta dello storico ZX Spectrum – e creato per l’occasione dallo stesso programmatore dell'originale, Chris Smith - che offre al suo interno ben mille giochi e la possibilità di programmarne di nuovi.

 

L'attesa maggiore è però per l'uscita, prevista il prossimo 29 Marzo, del Commodore 64, uno dei più storici computer degli anni Ottanta. Il C64 Mini rappresenterà in tutto e per tutto una rivisitazione in miniatura dell’originale, uscito la bellezza di trentacinque anni fa, ma presenterà alcune differenze dettate dall’ovvio avanzamento tecnologico: sarà possibile collegare la console direttamente al televisore tramite cavo HDMI e disporrà inoltre di due porte usb, una per il controller e una per la tastiera. Il C64 Mini verrà rilasciato con ben sessantaquattro titoli preinstallati, che includono grandi classici quali California Games, Speedball 2: Brutal Deluxe, Paradroid ed Impossible Mission. Si tratta di giochi divenuti cult.

Un mercato sicuramente in forte espansione, una community di amatori e retrogamer sempre più ampia, forum e siti web specializzati tutti con un unico obiettivo: condividere la vera essenza del videogame, un ritorno al classico, un ritorno ai pomeriggi con gli amici, un versare una lacrimuccia davanti ai titoli che hanno fatto storia.