Venezia sarà il primo grande appuntamento per il cinema globale

Alla mostra saranno presenti le principali major statunitensi con film in rassegna e in concorso. Netflix presenta l' ultimo film di Sorrentino

Dal film "E' stata la mano di Dio"

Dal film "E' stata la mano di Dio"

Redazione 23 agosto 2021

Da Cannes era arrivato il primo segnale: le major statunitensi si stanno riaffacciando nella produzione e nel mercato della cinematografia. Quel primo segnale trova ora una risposta ancor più definitiva al prossimo Festival di Venezia, dal primo all'11 settembre. Arrivano i film della Universal, della Fox-DisneyWarner, della Warner e di altre storiche case di produzione. E questo senza contare Netflix che si presenta con un'opera destinata ad alimentare l'attenzione attorno alle serate del Lido.


Clicca qui per il sito della Mostra del cinema di Venezia

Entrando nel merito, il programma prevede la presentazione ufficiale di ben tre film della Universal.  A giocarsi targhe e titoli è " Il Collezionista di carte" mentre in proiezione speciale ma fuori dalla mischia ci saranno" Last night in Soho" e " Halloween Kills". Ci sarà, poi, sempre fuori concorso, "Dune", un blockbuster doc della Univrsalato Warner e, infine, un film della Fox-Disney come "Mona Lisa and the Blood Moon" di Ana Lily Amirpour.

A questi titoli va aggiunto" poi il western Usa, " Old Henry" di Potsy Ponciroli. A giocarsi un'importante carta in questa edizione della Mostra è senza dubbio Netflix che si presenta con ben quattro opere in concorso a partire dal film di Sorrentino,"La mano di Dio" e con l'esordio alla regia della Gyllenhaal con "The lost Daughter". Nella sezioneOrizzonti Extra  c'è poi il regista brasiliano Alexandre Moratto con i suoi" 7 Prisoners" e infine l'atteso film di Jane Campion "The power of the dog".

Tutto ciò porta gli organizzatori della rassegna veneziana a  mostrare tutta la loro soddisfazione. "Solo l'anno scorso diversi registi statunitensi hanno cercato di convincere gli Studios o Netflix a venire a Venezia. Fu impossibile. Ma ora quasi tutti gli americani sono vaccinati e non vedono l'ora di ricominciare, il che significa promuovere e distribuire film" ha detto Alberto Barbera a Variety . Quale migliore occasione per farlo se non Venezia 2021? D'altra parte all'inizio della nuova stagione un trampolino di lancio come quello di Venezia è allettante per un mercato che inizia a vivere in maniera più completa la stagione della post-pandemia.

 

di Ma.Ba