''Festa di Roma'': tra gli ospiti di quest'anno anche Tarantino, Tim Burton e Zadie Smith

Torna dal 14 al 24 ottobre il festival del cinema con nuovi spazi, un pubblico dal vivo e ospiti del mondo dello spettacolo.

Quentin Taranito e Tim Burton

Quentin Taranito e Tim Burton

Redazione 22 giugno 2021

Per la sedicesima edizione della Festa di Roma che si terrà dal 14 al 24 ottobre, saranno ospiti Tim Burton e Quentin Tarantino, i quali riceveranno il Premio alla Carriera e avranno un incontro ravvicinato con il pubblico. Non solo, tra gli altri ospiti ci sarà anche la scrittrice Zadie Smith, considerata una delle voci più potenti della sua generazione e infine, in programma è stata inserita un'ampia retrospettiva sull'opera di Arthur Penn curata da Mario Sesti. 

Queste però sembrano essere solo alcune anticipazioni del programma del festival fatte ieri mattina da Laura Delli Colli, presidente Fondazione Cinema per Roma, Antonio Monda, direttore artistico, e Francesca Via, direttore generale Fondazione Cinema per Roma; per la conferenza stampa ufficiale, con tutte le informazioni relative all’organizzazione, sarà necessario attendere il 6 ottobre. Sappiamo però intanto che per la sezione ''I film della nostra vita'' quest’anno è il turno dei così detti ''guilty pleasures'', ovvero quei prodotti cinematografici "leggeri" o ritenuti irresistibili. Inoltre, esattamente come nelle precedenti edizioni, prima di ogni proiezione gli spettatori potranno assistere a brevi sequenze a tema di celebri film, quest'anno toccherà ai più famosi duelli della storia del cinema.

 

Laura Delli Colli inoltre, all’inizio della conferenza stampa, ha informato il pubblico rispetto i luoghi e gli spazi presi in considerazione per il festival: "L'Auditorium Parco della Musica resterà il fulcro della Festa del Cinema, ma quest'anno verranno coinvolti numerosi altri luoghi: fra questi, il MAXXI, cioè il Museo nazionale delle arti del XXI secolo, la Casa del Cinema, Rebibbia, il circuito delle Librerie Indipendenti è alcune sale cinematografiche della città".  Antonio Monda, il direttore artistico, invece sottolinea: "Si è creato come un imbuto per i tanti film disponibili e che sono anche pronti per la sala. Il cinema italiano che ho visto è mediamente di buon livello, ma specialmente due mi hanno convinto e spero di portarli al festival".  Francesca Via, infine, ha ricordato come il budget istituzionale per la sedicesima edizione della Festa del cinema sta, con 4 milioni previsti (che coprono il 70% mentre il 30% è a carico degli sponsor), esattamente in mezzo tra quello del 2019 (4,5 milioni) e quello del 2020 (3,5 milioni).