Al via il progetto di fund-raising per ricostruire “virtualmente” un’ala dell’Arena di Verona

Presentato dalla Fondazione, è il programma "67 Colonne per il programma l'Arena di Verona" sostenuto dal Gruppo editoriale Athesis

Arena di Verona

Arena di Verona

Redazione 31 marzo 2021
Presentato dalla Fondazione Arena e sostenuto dal Gruppo editoriale Athesis, si chiama “67 Colonne per l’Arena di Verona” il progetto di fund-raising e corporate membership per ricostruire “virtualmente” un’ala dell’anfiteatro scaligero, la cinta più esterna che fu distrutta da un terremoto nel 1177.
Nell’ambito della campagna di Art Bonus #iosonolarena, l’iniziativa “67 Colonne per l’Arena di Verona” si rivolge sia ad aziende sia a privati ed ha come obiettivo quello di sostenere la Fondazione Arena, che da sempre ha un ruolo centrale nella cultura e nell’economia del territorio.
L'amministratore delegato del Gruppo Athesis, Matteo Montan, ha sottolineato "l'orgoglio di essere stati coinvolti come partner in questo progetto, un riconoscimento che ci lusinga e che evidenzia l'impegno quotidiano del nostro gruppo ed il ruolo di media company del territorio. E raccontando questa bellissima iniziativa sulle nostre testate potremo arrivare al cuore di tutte le persone che amano questa magnifica città”.