Bloomsday: Trieste rievoca l'Ulisse di Joyce dal 14 al 16 giugno

La città friulana, grazie alla collaborazione del Comune, dell'Università e del Museo Joyce, rievocherà gli eventi dell'opera con spettacoli, conferenze e mostre d'arte

James Joyce

James Joyce

Redazione 11 giugno 2021

James Joyce definiva Trieste come “la sua seconda patria”; fu qui infatti che il poeta conobbe importanti svolte nella sua vita personale e professionale e dove concepì ed iniziò a scrivere il suo capolavoro, l’Ulisse. Oggi, come ormai accade da 12 anni, Trieste ricorda e celebra questo caposaldo della letteratura mondiale ed il rispettivo autore unendosi ai festeggiamenti del Bloomsday, l’evento che in varie parti del mondo (tra cui ovviamente Dublino, altra città fondamentale nella biografia di Joyce che lì nacque) rievoca gli eventi dell’Ulisse, nel giorno in cui questi si svolgono all’interno dell’opera, il 16 giugno.

 

Nella città friulana i festeggiamenti per il Bloomsday, così chiamato dal nome del protagonista del romanzo Leopold Bloom, si svolgeranno da lunedì 14 a mercoledì 16 e saranno incentrati su due episodi: Telemaco – La Torre e Calipso – La colazione e per l’occasione saranno organizzati spettacoli, conferenze, concerti e mostre d'arte a tema tra Sala Luttazzi, Antico Caffè San Marco e Sala Veruda.
L'iniziativa, trasmessa anche in diretta streaming sul sito del Museo Joyce e sulla relativa pagina Facebook, come sul canale YouTube del Comune, è organizzata dal Comune e dal Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università di Trieste in collaborazione con il Joyce Museum, con la direzione artistica di Riccardo Cepach, la curatela scientifica di Laura Pelaschiar e la direzione di Laura Carlini Fanfogna e Paolo Quazzolo, mentre i disegni e la grafica degli eventi saranno curati dall’illustratore Max Calò.