L’eternauta, la saga a fumetti di una pandemia e di una resistenza politica

Nel 1957, e poi in storie successive, Oesterheld e Lopez crearono una saga dove chi usciva moriva se non si proteggeva. Netflix ne farà una serie tv

L’eternauta di Francisco Solano Lopez e Héctor German Oesterheld

L’eternauta di Francisco Solano Lopez e Héctor German Oesterheld

redazione 3 maggio 2020
Un quartetto di amici gioca a carte in una casa di uno di loro a Buenos Aires. Fuori nevica. Salta la corrente elettrica, è un black out. Tutto è silenzio. Il protagonista Juan Salvo e gli amici guardano fuori dalle finestre scoprono una realtà agghiacciante: chiunque era all’aperto, toccato dai fiocchi di neve, è morto all’istante. È un virus, i fiocchi non sono neve bensì semitrasparenti, qualcosa che si è propagato per l’intero pianeta. Solo al chiuso si sopravvive. È in corso un’invasione aliena. Uno degli amici vorrà raggiungere casa e, fuori, morirà immediatamente. Juan Salvo dovrà uscire con infinite precauzioni e protezioni adeguate per evitare il contagio. E cercherà di resiste a un potere dittatoriale e pervasivo messo in atto con strumenti inediti.

Non è una trama ispirata al Covid19 quanto, come molti di voi sapranno, è una saga a fumetti che ha debuttato a puntate nel 1957: L’eternauta disegnata dalla coppia d’autori argentini formata dal disegnatore Francisco Solano Lopez (1928-2011) e dallo sceneggiatore e scrittore Héctor German Oesterheld (1919-1977) (€ 26,00). Nel 1969 usciva una versione aggiornata della saga con Alberto Breccia come disegnatore, dal tono molto più politicizzato e che prendeva di mira il capitalismo e il neocolonialismo a distanza di Washington sull’America Latina e l’Argentina. Oesterheld e Lopez colsero qualcosa che covava nel clima politico: l’autore dei testi diventerà un desaparecido vittima della giunta militare argentina. Ma quella parabola a fumetti può anche rimandare, per suggestione, alla pandemia odierna. Come ricorda Wikipedia, la storia dell’invasione aliena viene raccontata a un fumettista da Khruner, “l’eternauta” appunto, “il vagabondo dell'infinito” che vaga nei secoli e narra la storia sua e della resistenza al potere alieno. 

La 001 Edizioni ha da poco ripubblicato L’eternauta di Lopez e Oesterheld e nelle versioni successive (proseguita successivamente da Lopez con Alberto Ongaro, poi con Maitzegui) e dal suo sito i volumi risultano disponibili. A febbraio Netflix ha annunciato una serie tv dal fumetto di fantascienza affidata a Bruno Stagnaro, regista argentino che ha firmato il film Pizza, birra, faso (1997) e le serie tv Okupas (2000) e Un gallo para Esculapio (2017). Co-producono la serie la casa di produzione K&S Films e la Martín Mórtola Oesterheld, del nipote dello scrittore e sceneggiatore e che farà da consulente creativo. La messa in onda a livello mondiale sarà tra il 2021 e 2022.

La 001 Edizioni dal 2018 ha in catalogo, insieme al fumetto, un saggio di Alicia Beltrami e Fernanda Nicolini sulla tragica sorte della famiglia dello sceneggiatore e scrittore, Gli Oesterheld (pp. 432 € 24,00). È la vicenda di “Hector German Oesterheld, delle sue quattro figlie, dei suoi tre cognati e di due dei suoi quattro nipoti, sequestrati e desaparecidi durante la dittatura argentina di Videla”, annota la scheda editoriale.

Oesterheld fu sequestrato il 21 aprile del 1977 dai paramilitari della dittatura del generale Videla. Morirà in carcere. Nel medesimo periodo i militari sequestrarono e uccisero le sue quattro figlie, anche loro militanti come il padre nelle file dei Montoneros, l'ala sinistra del Peronismo. Alicia Beltrami e Fernanda Nicolini hanno ricostruito la biografia della famiglia attraverso anni di interviste e ricerche di archivio.

Il sito della 001 Edizioni