I librai: "Detrarre dalle tasse l'acquisto di libri"

Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e della lettura. Il link alle iniziative di "Maggio dei libri". Sulla tv LaF un documentario su Salinger

Lettrici a flash mob LibrarVerona 2013

Lettrici a flash mob LibrarVerona 2013

redazione 23 aprile 2018

Il 23 aprile è stata decretata come la Giornata Mondiale del Libro perché, quel giorno (o meglio, intorno a questa data), morirono Miguel de Cervantes (29 settembre 1547-22 aprile 1616), William Shakespeare (23 aprile 1564-23 aprile 1616) e Inca Garcilaso de la Vega (Cuzco, 12 aprile 1539 – Cordova, 23 aprile 1616). La giornata ha il patrocinio dell'Unesco.


Le librerie, soprattutto quelle indipendenti, restano un serbatoio di libertà e di scelta su titoli non da bestseller che spesso le grandi catene, dovendo sostenere grossi costi, mettono in un angolo o non considerano. Ma il piacere del libro va sostenuto. Per cui il presidente dell’Associazione librai italiani Paolo Ambrosini in una nota invoca la detrazione fiscale delle spese per i volumi comprati: «Nei libri si ritrova l’uomo, la sua vita. Aiutano a crescere. Oggi, forse più che in passato, ne abbiamo bisogno per interpretare al meglio il presente. Dobbiamo far capire ai nostri figli che frequentare le librerie, i librai e le loro storie fa bene a loro e al Paese in cui vivono. Si deve investire perché nelle case ci siano libri da leggere e da sfogliare; e il modo più efficace secondo noi sta in quel provvedimento da tempo sollecitato che preveda la detrazione fiscale delle spese di acquisto dei libri».


Il Maggio dei libri e Dacia Maraini
Parte anche l’ottava edizione di “Maggio dei libri” del Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. La campagna per promuovere la lettura ha lo slogan “Vo(g)liamo leggere” e oltre mille iniziative in tutta Italia fino al 31 maggio. Aderisce quest’anno anche il Consiglio Superiore della Magistratura con una mattinata su “Educare alla legalità. Letture per i cittadini di domani”, nella sede del Csm di Piazza Indipendenza a Roma in questa stessa mattinata.


Tra gli appuntamenti del 23 aprile, Dacia Maraini all’Istituto Cervantes di Roma (ore 17.30) parla di due classici della letteratura spagnola, il “Lazarillo de Tormes” e “La vida es sueño” di Pedro Calderón de la Barca, dei libri spagnoli che l’hanno influenzata e saranno proclamati i vincitori del concorso letterario “Crónicas urbanas”, con le biblioteche delle sedi di Milano, Napoli e Roma dell'Instituto Cervantes.


Salinger in tv


La tv di Feltrinelli, laF (Sky 139) dalle 13.50 ha una programmazione speciale e inizia con tre episodi dalle prime due stagioni di “Lettori - I libri di una vita” e il documentario “Salinger - Il mistero del giovane Holden” di Shane Salerno.