Verso i mari di Hugo Pratt e Corto Maltese: l'evento a Genova

Inizia oggi a Palazzo Ducale l'omaggio al maestro del fumetto italiano padre dell'ironico marinaio che alla ricchezza preferisce libertà e fantasia

In foto il manifesto della mostra

In foto il manifesto della mostra

Redazione 14 ottobre 2021

Il fumettista italiano Hugo Pratt, nome d'arte di Ugo Eugenio Prat, torna da oggi, fino al 20 marzo 2022, a salpare i suoi amati mari, da Venezia passando per l'Argentina e l'Africa fino a Genova. Ed è proprio Genova, l'interno del Palazzo Ducale, che ha deciso di ospitare la mostra del grande autore di Corto Maltese, l'intrepido marinaio e l'antieroe per eccellenza, definito dalla curatrice Patrizia Zanotti: "simbolo dell' apertura alle altre culture, a capire altri mondi, a non restare chiusi".

 

Perché Genova? Nel 1967 Pratt collaborò con l'editore genovese Florenzo Ivaldi e riuscì a pubblicare la prima iconica storia di Corto Maltese, "Una ballata nel mare salato", sulla rivista Sgt. Kirk. Genova appare anche all'interno del nome dell'evento: Hugo Pratt, da Genova ai Mari del Sud. La mostra contiene 200 pezzi originali: tavole, acquerelli e molti inediti, mai visti prima, come la copertina di "Il ragazzo rapito" del Corriere dei Piccoli. Foto scattate da Elisabetta Catalano a Hugo Pratt, mentre lavora al suo Corto Maltese. Tavole che dipingono meravigliosi viaggi e culture, come quella dei nativi americani, molto amata dal fumettista fin da bambino.

 

Mondi da scoprire, la voglia di avventura e di meraviglia, questo è tutto ciò che manca e che serve in questo difficile periodo storico. Perciò lasciamoci ispirare dagli oceani e dai deserti di Hugo Pratt e, come nota la curatrice della mostra: "E' una boccata d' aria pura, la possibilità tanto necessaria in un momento come quello che stiamo vivendo di attraversare grandi spazi, paesaggi, natura e luoghi affascinanti".

Clicca qui per il sito della mostra a Palazzo Ducale per info e biglietti