Firenze, vaso della dinastia Qing battuto all’asta per 1.7 milioni

La vendita di arte orientale ha fatto superare i 3 milioni di euro a Casa Pandolfini

Vaso cinese della dinastia Qing

Vaso cinese della dinastia Qing

redazione 17 giugno 2021
A Firenze Casa Pandolfini batte all’asta un vaso imperiale cinese della dinastia Qing del periodo Qianlong (1736-1795) per la cifra di 1.715.500 euro. L’acquirente è un collezionista straniero collegato telefonicamente e che l'ha conteso lungamente ad altri compratori stranieri in sala.

Il vaso di porcellana è stato realizzato con la tecnica Doucai ed ha una forma ovoidale con due anse che richiamano il drago cinese Kui ai lati del collo affusolato. Sul corpo è dipinta la scena dei "cento ragazzi" che celebrano la festa di primavera, tema molto popolare durante la dinastia Qing e che rappresentava il desiderio di avere molti figli per continuare le proprie radici e garantire prosperità e stabilità.

La vendita di arte orientale ha fatto segnare un ottimo risultato complessivo a Casa Pandolfini, che ha sfiorato i 3.200.000 euro di incasso totale. Tra gli altri lotti in questione il Grande piatto della Dinastia Qing del periodo Yongzheng (1722-1735), battuto a 337.000 euro e decorato con un tema di fiori nei toni della famiglia rosa.