Merci e mercati, la globalizzazione vista dagli artisti

Alla Galleria civica di Trento “Everyday Life”, foto e video sui fenomeni sociali ed economici globali

Adrian Paci, "The Column", 2013, video, courtesy l'artista e Kaufmann Repetto Milano New York - Peter Kilchmann Zurigo

Adrian Paci, "The Column", 2013, video, courtesy l'artista e Kaufmann Repetto Milano New York - Peter Kilchmann Zurigo

redazione 4 luglio 2019
Indagare la vita quotidiana al tempo odierno, quando tutti siamo consumatori nolenti o volenti. Raccontare paesaggi urbani, la presenza ovunque di merci, i processi di gentrificazione (vale a dire l’invecchiamento della popolazione), esplorare i cambiamenti sociali ed economici nel mondo in una economia sempre più globalizzata. Sono alcuni dei temi affrontati dalla mostra “Everyday Life”, aperta fino al 1° settembre alla Galleria Civica di Trento e organizzata insieme al Mart – Museo di arte contemporanea di Rovereto.
La rassegna è nata in sintonia con il tema dell’edizione 2019 del Festival dell’Economia di Trento tenuto dal 30 maggio al 2 giugno scorso: globalizzazione, nazionalismo e rappresentanza.

A cura di Gabriele Lorenzoni e Carlo Sala, la mostra comprende foto, installazioni video e interventi realizzati sul posto (nel mondo dell’arte li chiamano “site specific”) e autori di prim’ordine a partire dagli scatti degli anni Novanta, quando la globalizzazione stava diventando realtà, di quattro autentici grandi nomi con immagini provenienti dalle collezioni del Mart: Shirin Neshat, Andreas Gursky, Fischli & Weiss, Wolfgang Tillmans.

Folto il gruppo degli italiani: Adrian Paci (con un video su una colonna che viaggia su un container), Alessandro Calabrese, Brigitte Niedermair, Daniele Girardi, Dido Fontana, Discipula, Filippo Berta, Filippo Minelli, Giovanni Morbin, Hannes Egger, Ingrid Hora, Nicolò Degiorgis, Paolo Ciregia, The Cool Couple.

Per info clicca qui