Bonisoli: 20 giorni gratis nei musei dal 2019, sulle domeniche dipende

Il ministro dei beni culturali annuncia cambiamenti rispetto alle domeniche gratuite e biglietti a due euro per ragazzi dai 18 ai 25 anni

Turisti al Colosseo

Turisti al Colosseo

redazione 13 novembre 2018

Domeniche gratuite nei musei statali sì o no? Il ministro dei beni e attività culturali Alberto Bonisoli, che mesi fa aveva annunciato la loro abolizione per poi compiere una correzione di marcia, all'apertura dell'anno accademico delle Scuole Civiche Milanesi ha annunciato 20 giornate gratuite durante il 2019, quindi non necessariamente tutte domeniche.


"Saranno distribuite in modo diverso rispetto al passato - ha dichiarato ai cronisti - Voglio introdurre dei criteri di gestione nei musei e non di propaganda politica". Quindi "alcune giornate verranno decise a livello nazionale, ad esempio la settimana che si chiude il 10 marzo in tutti i musei statali sarà gratuita, dal martedì alla domenica". Poi da ottobre a marzo ci saranno alcune domeniche a ingresso gratuito mentre altre giornate saranno decise a discrezione dei vari direttori di museo. "Quindi - ha detto Bonisoli prendendo a modello un museo milanese - se Brera vuole mantenere la prima domenica del mese gratuità d'estate io sono contento e avrà due giornate in più da mettere dove vuole. Se invece un museo ha troppi visitatori che arrivano durante la domenica gratuita, come il Colosseo, potrà mettere un'entrata gratuita magari in una fascia pomeridiana per gestire meglio i flussi".
Dal 2019 il ministro ha annunciato che tutti i ragazzi dai 18 ai 25 anni entreranno a due euro. Questo "perché vogliamo incentivare e creare l'abitudine di andare al museo nei ragazzi, che non hanno grandi mezzi economici, perché vedere una parte del nostro grande patrimonio culturale può aiutarli a crescere". A oggi entra gratis chi ha meno di 18 anni ed è cittadino dell'Ue oppure è studente di facoltà umanistiche.