Non state alle regole. Lo dicono scrittori e pensatori a Pistoia

Baricco, Simonetta Agnello Hornby , Nadia Fusini, Soyinka e altri a “Dialoghi sull’uomo”

Simonetta Agnello Hornby

Simonetta Agnello Hornby

redazione 24 maggio 2018

Vede intervenire scrittori come Alessandro Baricco, Simonetta Agnello Hornby, Marco Malvaldi e Nicola Gardini, il nono festival di Pistoia “Dialoghi sull’uomo” in calendario da venerdì 25 a domenica 27 maggio. Il tema quest’anno è “Rompere le regole: creatività e cambiamento”. Un tema dalle molte implicazioni. Anche scivolose, considerato che molto spesso la pubblicità, che è creativa ma non certo un’espressione critica dell’esistente, principalmente sull’abbigliamento invita a “trasgredire”, a non rispettare le regole consolidate. Il parterre dei nomi tuttavia induce a pensar bene: non sono certo artisti e intellettuali poco consapevoli del mondo. Gli appuntamenti sono per lo più in una tensostruttura allestita in piazza Duomo.

Venerdì alle 17.30 Baricco apre il festival con la conferenza “Sette cose da sapere sulla insurrezione digitale”. Alle 21,30 Simonetta Agnello Hornby e lo psicologo e giornalista Massimo Cirri dialogheranno su “Diversamente creativi”. La scrittrice si è occupata molto delle vittime di violenza domestica e degli emarginati e il suo intervento viene presentato così: “Sappiamo che diventeremo tutti, a un certo punto, un po’ più fragili, ma resteremo portatori di diritti, resteremo cittadini. Creativi e originali, tutti diversamente creativi, magari solo sopravvivendo con dignità”.


Sabato 26 maggio la scrittrice, traduttrice e critica letteraria Nadia Fusini alle 10.30 al teatro Manzoni, terrà un incontro su “Virginia Woolf e Bloomsbury, una rivoluzione creativa”: “La scrittrice spiegherà come i membri del circolo di Bloomsbury - tra cui Virginia Woolf, Lytton Strachey, J.M. Keynes - abbiano dato un nuovo valore all’idea di “comunità”, che William Shakespeare definirebbe Society is the happiness of life (“stare insieme è la felicità”). Essi si sono opposti all’esaltazione dell’egoismo borghese e del conformismo sociale, a favore del valore creativo di chi nella comunità e nell’utopia trova la forza per creare nuove forme di conoscenza e di vita”.


Alle 12 in piazza Duomo il giallista e chimico Marco Malvaldi rifletterà sulla creatività fra scienza e letteratura nell’incontro “Verso l’infinitamente piccolo, e oltre”, sabato 26 maggio alle 12 in piazza Duomo. Alle 15 il poeta e classicista Nicola Gardini nell’incontro “Il centauro femmina: per un primo vocabolario di creatività” ricostruirà “momenti di un antico discorso sulla creatività, con esempi provenienti da poesia, filosofia, retorica, e critica d’arte”. Apre invece venerdì 25 maggio, nelle Sale Affrescate del Palazzo Comunale di Pistoia, la mostra “Dove nascono le idee. Luoghi e volti del pensiero nelle foto Magnum” curata da Giulia Cogoli e Davide Daninos, realizzata con Magnum Photos e Contrasto per il festival. “Il capolavoro sconosciuto. Artisti e scrittori nello studio” è l’incontro con il critico e curatore d’arte Davide Daninos e lo scrittore e critico letterario Emanuele Trevi in programma sabato 26 maggio alle 17.30 nel teatro Bolognini.


Tra altri ospiti lo scrittore Marco Belpoliti, l’antropologo e scrittore Adriano Favole. Wole Soyinka, Nobel per la letteratura nel 1986, riceverà il Premio internazionale Dialoghi sull’uomo.


Biglietti per incontri e film a 3 euro, per spettacoli a 7. La lectio di apertura e la mostra sono ad ingresso libero. Info: www.dialoghisulluomo.it


 


Soyinka: sbagliato sospendere il Nobel alla letteratura